Cimiteri aperti a Livorno da lunedì 4 maggio

Il sindaco Salvetti ha firmato un'ordinanza con effetto immediato. I primi 3 giorni di apertura ingressi contingentati ai campi santi omunali


Livorno, 29 aprile 2020 – Cimiteri aperti a Livorno da lunedì 4 maggio. Dopo quasi 2 mesi di chiusura il sindaco Salvetti ha firmato questa mattina un'ordinanza con effetto immediato.

“In ragione delle nuove disposizioni stabilite a livello nazionale, ho ritenuto opportuno dover procedere alla riapertura delle aree cimiteriali a decorrere dal giorno 4 maggio” dichiara il sindaco Salvetti “assicurando, almeno nei primi giorni successivi all'apertura, una forma di contingentamento degli accessi che consenta di limitare l'afflusso dei visitatori e dunque ogni forma di assembramento all'interno delle aree stesse”

Per i primi tre giorni dalla riapertura, l'accesso ai cimiteri comunali (Cigna e Antignano) sarà consentito in ordine alfabetico in base al cognome del visitatore.

  • Lunedì 4 maggio: accesso ai visitatori dalla lettera A alla lettera F
  • Martedì5 maggio: accesso ai visitatori dalla lettera G alla lettera O
  • Mercoledì 6 maggio: accesso ai visitatori dalla lettera P alla lettera Z
  • A causa dei lavori in corso al Blocco 3 del cimitero “la Cigna”, per motivi di sicurezza, le visite non potranno avvenire nei suddetti giorni ma potranno essere consentite solo nei giorni di sabato e domenica quando le attività lavorative vengono sospese.

    Quindi al Blocco 3 le visite saranno consentite nei giorni sabato 9 e domenica 10 maggio.

    L'ingresso è contingentato solo per i primi tre giorni, poi l'apertura è generale, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1.80 mt e con il divieto di assembramenti, come contenuto e indicato nel DPCM del 26/04.

    Come previsto dal DPCM del 26/04 sono consentite le cerimonie funebri con l'esclusiva partecipazione dei congiunti e, comunque, fino ad un massimo di 15 persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all'aperto, indossando le mascherine e rispettando la distanza interpersonale di 1.80 mt.

    I cimiteri privati dovranno provvedere ad adottare similari forme di contingentamento e/o di controllo da commisurare all'estensione del cimitero ed all'afflusso dei visitatori previsto.

    La Polizia Municipale svolgerà attività di controllo, affinchè siano rispettate le disposizioni di cui al DPCM del 26 aprile e dell'ordinanza n.211 del 29 aprile del sindaco Salvetti.

    Redazione Nove da Firenze