Chiusure e interruzioni della viabilità questa mattina a causa del maltempo

La contemporanea chiusura della FiPiLi e della SS 67 ha comportato un congestionamento a Lastra a Signa. La strada statale 12 “Dell’Abetone e del Brennero” è chiusa provvisoriamente al traffico. Sul litorale, la mareggiata costringe alla chiusura del lungomare a Marina di Pisa


Traffico congestionato questa mattina nel Comune di Lastra a Signa a causa di alcune chiusure che hanno interessato la viabilità. Nelle prime ore di oggi, a causa di alcune verifiche tecniche nel tratto interessato dal cedimento del muro di contenimento su via di Carcheri, è stata chiusa al traffico la strada di grande comunicazione FiPiLi. Successivamente è stato riaperto al transito in entrambe le direzioni il tratto Ginestra F.na. Lastra a Signa. Permane la circolazione su corsia unica con cambio di carreggiata in direzione Firenze dopo Ginestra F.na.

Contemporaneamente è stata chiusa anche la SS 67 nel tratto fra la località La Lisca e la frazione di Brucianesi, a causa della caduta di un grosso albero sulla carreggiata. Nessun danno a persone né ad autoveicoli. Dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno rimosso la pianta, la strada statale 67 è stata riaperta ma persistono incolonnamenti dovuti all’accumulo del traffico. Infine questa mattina si è verificata anche l’interruzione della via Vecchia Pisana poco prima di Ginestra Fiorentina per un autoarticolato incastrato alla curva a gomito all’ingresso del centro abitato. Poi la strada è riaperta in entrambe le direzioni. Le problematiche hanno comportato un aumento del traffico e del passaggio dei veicoli, anche di mezzi pesanti, sia nel capoluogo che nelle frazioni, soprattutto a causa della chiusura della FiPiLi e del conseguente passaggio di molte autovetture dalla viabilità comunale. 

A causa di una frana, la strada statale 12 “Dell’Abetone e del Brennero” è chiusa provvisoriamente al traffico, in entrambe le direzioni, nel territorio comunale di San Marcello Piteglio, in provincia di Pistoia, al km 73,900. Le squadre Anas sono intervenute subito sul posto per la chiusura del tratto, la pulizia del piano viabile, la gestione della viabilità e per consentire il prima possibile il ripristino della circolazione. Al momento il transito è consentito ai soli mezzi di emergenza.

Una mareggiata importante nella notte fra venerdì e sabato ha causato disagi a Marina di Pisa dove, nel tratto di lungomare compreso fra via Duodi e via Francardi, il manto stradale è stata invaso dai sassi delle spiagge. Nella prima mattinata il tempestivo intervento della Protezione Civile Comunale che ha provveduto a chiudere via Repubblica Pisana e ad attivare il servizio di spurgo delle fognature per eliminare i ristagni causati dall’acqua di mare in via Duodi e via Moriconi. Nella mattina il sopralluogo del Sindaco di Pisa Michele Conti, che ha seguito i lavori direttamente:

«Sono andato a Marina di Pisa dove – ha dichiarato Conti – mi sono trovato davanti lo scenario che purtroppo da anni i residenti sono abituati a vedere: ogni volta che c’è una mareggiata, in quel tratto, acqua e sassi invadono la strada, fanno danni alle fognature e alle case. Siamo intervenuti per tamponare l’emergenza tempestivamente, ma dobbiamo una volta per tutte trovare una soluzione a questo problema. Il progetto delle spiagge di ghiaia, fra l’altro molto oneroso per la finanza pubblica, mostra i suoi limiti tutte le volte che c’è maltempo. In questo senso faccio un appello al Presidente Eugenio Giani, affinché la Regione Toscana si renda disponibile a sedersi a un tavolo tecnico con il Comune e tutti gli enti interessati, per finanziare delle opere di difesa idraulica che riescano una volta per tutte a difendere Marina di Pisa dal mare. In quel tratto specifico la Regione doveva da tempo eseguire degli interventi che ha rimandato. Chiedo che vengano eseguiti tempestivamente e che si apra contemporaneamente una discussione fattiva per affrontare il problema in maniera complessiva e definitiva».

Redazione Nove da Firenze