Centro sportivo viola a Bagno a Ripoli, problemi burocratici

Cellai (Fi) sui rilievi della Soprintendenza: "Sorprende particolarmente che queste contestazioni arrivino soltanto adesso dopo che il progetto stesso ha avuto il nulla osta di Comune, Città Metropolitana e Regione"


“Ancora una volta chi vuole investire in questo Paese viene fermato dalla burocrazia” comincia così l’attacco di Jacopo Cellai, Capogruppo a Palazzo Vecchio di Forza Italia dopo la notizia delle contestazioni da parte della Sovrintendenza del progetto del nuovo centro sportivo di Bagno a Ripoli. “In occasione della conferenza dei servizi, in cui era naturale attendere il via libera dopo il completamento delle fasi preliminari, sono emerse invece – aggiunge Cellai – delle contestazioni al progetto che ritarderanno inevitabilmente l’avvio dei lavori. Sorprende particolarmente che queste contestazioni arrivino soltanto adesso dopo che il progetto stesso ha avuto il nulla osta di Comune, Città Metropolitana e Regione. Possibile che tre enti di questo livello non rilevino certe problematiche del progetto rilevate invece successivamente? Qualcuno evidentemente non è all’altezza del proprio ruolo. Dispiace che Commisso, un imprenditore serio con tanta voglia di riportare in alto la nostra Fiorentina, trovi sempre tutti questi ostacoli” conclude il Capogruppo.

Redazione Nove da Firenze