Castelfiorentino: la lega perde un consigliere

Le dimissioni di Paolo Cambi, che lascia il Carroccio e passa al gruppo misto, per la scelta di candidati “adeguati” alle regionali. Mobilitazione del Pd con banchini e iniziative elettorali nei comuni del Circondario


E’ notizia di questi giorni che il consigliere comunale Paolo Cambi, eletto a Castelfiorentino poco più di un anno fa nella lista della Lega e suo sostenitore da molti anni, ha deciso di dimettersi e di passare al gruppo misto. Come lui stesso ha spiegato sui social, questa sua decisione pensata e dolorosa arriva in un momento cruciale della campagna elettorale per le elezioni regionali. Le motivazioni nascono proprio, secondo Cambi, dalle scelte della Lega sia a livello di programma che di candidati, definiti addirittura "inadeguati", a partire dalla candidata a presidente della Toscana, Susanna Ceccardi, che ha già dichiarato che nel caso non dovesse vincere le elezioni regionali, non è interessata a coprire quel ruolo, ma continuerebbe comunque a fare l’europarlamentare.

“La capogruppo della Lega Giglioli, capolista della Lega nel collegio dell'Empolese-Valdelsa, assicura che l’opposizione in consiglio comunale continuerà il suo percorso immutato, ma ci appare evidente che la frattura politica non sia di poco conto. Quanto avvenuto deve far riflettere sulle reali qualità di un partito che nel 2019 si candidava a governare Castelfiorentino e oggi a guidare la Toscana. C'è differenza tra chi racconta vere e proprie favole e chi si rimbocca le maniche per la propria comunità. Tra chi propone di cambiare così per provare e chi da sempre è un punto di riferimento per i propri cittadini. Tra chi davanti a un problema cerca un colpevole, e chi cerca una soluzione. Tutto questo lo denuncia anche il consigliere Cambi, a cui facciamo gli auguri di buon lavoro, nell’ottica di salvaguardia della rappresentanza democratica di tutti i cittadini castellani.” Così Monica Salvadori, capogruppo Pd in consiglio comunale, commenta le dimissioni dalla Lega del consigliere Cambi.

Ultimo e intensissimo fine settimana di mobilitazione per il Partito democratico Empolese Valdelsa in tutti i comuni del territorio. Molti i presidi e banchini in vari comuni, questo il programma: sabato 12 e domenica 13 settembre a Castelfiorentino dalle 10 alle 13 e dalle 16.00 alle 20.00 davanti alla sede Pd in via Matteotti; a Cerreto Guidi sabato 12 dalle 10 alle 12.30 volantinaggio a Lazzeretto in via 2 settembre 167, domenica 13 dalle 10 alle 12.30 in centro in via Roma 2; a Certaldo sabato 12 settembre dalle 10 alle 12 in piazza Boccaccio; a Empoli sabato 12 settembre in centro dalle e 16.30 alle 19.30 e domenica dalle 9 alle 12.30; a Fucecchio sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 e domenica dalle 9.30 alle 12 davanti alla Coop di via Fucecchiello; a Gambassi Terme domenica dalle 10 alle 13 in via Garibaldi; a Montelupo Fiorentino sabato dalle 9 alle 12 al mercato settimanale, domenica dalle 10 alle 13 in piazza della Libertà; a Montespertoli sabato dalle 10 alle 12 in piazza del Popolo; a Vinci dalle 10 alle 12 in viale Togliatti e domenica dalle 10 alle 12 in piazza della Libertà. A Limite sull’Arno ultime due appuntamenti con Limite DEM: questa sera alle 21.30 all’interno della Taverna dei meli incontro sul tema “Il welfare in Toscana dopo il Covid 19”, intervengono Brenda Barnini, sindaco di Empoli e responsabile welfare per il Pd nazionale, e Francesca Giannì e Bianca Anna Masoni, candidate al consiglio regionale nel collegio Firenze 3. Domani, sabato 12 settembre, alle 21.30 ultimo appuntamento della festa con Enrico Sostegni, consigliere regionale uscente e candidato capolista nel collegio Firenze 3 e l’eurodeputato Brando Benifei, che discuteranno di “Prossima generazione Europa!”. Questo incontro è stato organizzato in collaborazione con i Giovani democratici.

Redazione Nove da Firenze