Rubrica — L'Amministratore Risponde

Cassette postali e trapasso dei proprietari

Che fare durante il passaggio di proprietà? Quale nome apporre sulla casella?


Salve,

vorrei sottoporle una questione molto delicata. Mia madre è defunta a febbraio e la sua casa è stata messa in vendita ed il rogito verrà fatto a fine novembre. L'amministratore ha predisposto l'istallazione di nuove cassette della posta e questo è avvenuto ai primi di novembre. Mi ha chiesto più volte il nome dei nuovi proprietari ed io gli ho risposto che per il momento poteva non inserire il loro nome, ma quello di
mia madre perché ancora arriva della corrispondenza e perché oggettivamente siamo noi i proprietari ancora. Tra là altro io non so chi andrà a vivere un quella casa, se verrà affittata, o altro. Gli ho detto che eravamo d'accordo con i futuri proprietari che il costo delle cassette, anche se deliberato precedentemente, sarebbe stato pagato da loro (una sorta di scambio di favori per altre cose che abbiamo pagato noi per loro). Io non ho preso neanche le chiavi ed avrei chiesto all’amministratore di aprirmi la cassetta per vedere se c'era qualcosa.
Praticamente sono stata trattata "a pugni in faccia". Non ho la cassetta delle lettere, non c'è possibilità di lasciare un messaggio al postino con il mio indirizzo perché per “decoro” non vogliono che si mettano biglietti, o altro. Mi chiedo è tutto legale e normale? Che consiglio può darmi?
Grazie. Cordiali saluti

Fino a quando la casa non verrà venduta lei è il proprietario e sulla targhetta poteva lasciare il nome di sua madre, o scrivere eredi di...

Da quando avrà effettuato il rogito lei non essendo più proprietario dovrà rimuovere la targhetta e verrà inserita quella dei nuovo proprietari.

Saluti

L'Amministratore Risponde — rubrica a cura di Marco Suisola

Marco Suisola

Marco Suisola — Il dottor Marco Suisola, svolge l’attività di Amministratore di Condominio a livello professionale dal 1999. Laureato presso l'Università di Firenze, è esperto giuridico immobiliare. Associato alla Federazione Nazionale Amministratori fino al 2015, diventa socio fondatore della Confartamministratori. Attualmente nel CdA ricopre il ruolo di Tesoriere. Svolge con regolarità l’aggiornamento professionale previsto per normativa dalla legge 140/201414. Ha la qualifica di Revisore condominiale, Consulente tecnico di ufficio in ambito condominiale ed una formazione in diritto condominiale presso l’Università di Firenze.

E-mail: nove@nove.firenze.it