Emergenza Casa: è aperto il bando per l’erogazione del contributo affitto per il 2020

C’è tempo fino al 21 luglio per presentare la domanda che può essere fatta solo on line. In Consiglio regionale approvata la richiesta di Toscana a Sinistra per la proroga degli sfratti e l’aumento dei fondi per i contributi


Da oggi fino al 21 luglio sarà possibile presentare la domanda per l’erogazione del contributo a integrazione dei canoni di locazione per l’anno 2020: il bando è on line sulla Rete civica del Comune. La domanda di partecipazione può essere compilata solo per via telematica. Potrà essere presentata una sola domanda per nucleo familiare, che si intende composto dal/la richiedente e da tutti/e coloro che risultano nel suo stato di famiglia anagrafico alla data di presentazione della domanda. Per accedere alla procedura di inserimento on line l’utente deve essere in possesso di una delle seguenti modalità: credenziali di accesso rilasciate dal Comune; Carta nazionale dei servizi; credenziali del Sistema pubblico di identità digitale.

Una proroga degli sfratti per morosità incolpevole fino a settembre 2021, il rifinanziamento dei fondi per contributo all’affitto per far fronte all’aumento delle richieste presentate, la semplificazione e l’accorpamento delle procedure per il sostegno all’affitto. Sono alcune delle richieste contenute in una mozione di Toscana a sinistra che è stata approvata ieri dal Consiglio regionale. “Nei prossimi mesi si prospetta anche in Toscana una grave crisi sociale. L’emergenza abitativa era già pesante a marzo ma adesso molte famiglie rischiano di perdere la casa come conseguenza della perdita del lavoro. La Regione deve chiedere al Governo e al Parlamento una proroga dell’esecuzione degli sfratti, in modo che nessuno si ritrovi per strada, e aumentare i fondi da destinare al contributo per il pagamento degli affitti per le famiglie in difficoltà. Solo così sarà possibile evitare una crescita esponenziale delle morosità incolpevoli”. È quanto hanno affermato il candidato presidente della Regione per Toscana a sinistra, Tommaso Fattori e il collega Paolo Sarti dopo l’approvazione dell’atto che chiede alla Giunta di attivarsi sia con la Conferenza Stato-Regioni, che con il Governo e il Parlamento per ottenere la proroga degli sfratti per morosità incolpevole almeno fino a settembre 2021 e più risorse per chi non è in grado di pagare l’affitto a causa dell’emergenza in corso. “Crediamo anche che sia necessario stilare in tempi brevi un primo elenco degli immobili pubblici inutilizzati e compatibili con finalità residenziali per programmare un aumento del patrimonio di case popolari senza ulteriori consumi di suolo”, hanno aggiunto Fattori e Sarti. L’atto di indirizzo di Toscana a Sinistra chiede inoltre alla Giunta di pubblicare i dati complessivi sulle domande per il contributo affitti del 2019 e del 2020 in modo da comprendere quanto inciderà l’emergenza Covid-19 sulla già grave situazione abitativa ordinaria. “I centoquaranta milioni di euro stanziati finora dal governo nazionale per tamponare l’emergenza casa sono del tutto insufficienti a fronte di un bisogno che anche in Toscana rischia di triplicarsi se non addirittura di quadruplicarsi rispetto agli anni passati, condannando migliaia di persone e famiglie a subire sfratti per morosità incolpevole”, hanno concluso Fattori e Sarti

Redazione Nove da Firenze