Caporalato: operazione a Prato contro lo sfruttamento del lavoro

Intervento dei Carabinieri in un capannone della periferia


In provincia di Prato, il locale Nil e l‘Arma dei Carabinieri procedevano all’arresto in flagranza di reato di un cittadino cinese – titolare di una ditta di confezionamento di capi di abbigliamento - per aver occupato alle proprie dipendenze sette lavoratori stranieri sprovvisti del permesso di soggiorno ed elevavano sanzioni amministrative per complessivi € 33840,00; contestualmente venivano deferiti in stato di libertà sette cittadini di nazionalità cinese, responsabili di soggiorno illegale nel territorio dello Stato italiano.

L'operazione ha avuto luogo nell'ambito di una attività nazionale, protrattasi per un’intera settimana, e che ha consentito di controllare complessivamente 1.092 persone e 166 aziende, e di accertare irregolarità che hanno portato all’individuazione di 22 persone di diverse nazionalità sospettate o ritenute responsabili di tratta di persone o di sfruttamento.

Redazione Nove da Firenze