Capodanno 2020 in strada a Firenze: musica per tutti i gusti in 20 piazze

L’avviso pubblico è uscito oggi ed è consultabile sulla rete civica: c’è tempo fino al 5 dicembre per partecipare


Prende corpo il prossimo Capodanno, quello 2020, a Firenze. Piazza della Signoria sarà dedicata alla danza e alle acrobazie; piazza Poggi avrà musica dance e giochi di luce; piazza Santissima Annunziata l’intrattenimento per famiglie; piazza Duomo il Gospel; piazza San Lorenzo ospiterà musica jazz; in Oltrarno ci saranno marching band itineranti; in piazza del Carmine ci sarà la musica pop. 

Alle logge del Grano, del Pesce e del Porcellino ci sarà musica di vario genere, e poi il rock in piazza della Repubblica e la musica popolare in piazza Dalmazia. Gli eventi saranno ad accesso libero e gratuito. 

In tutto si tratta di 20 luoghi della città dedicando ciascuno spazio a un diverso genere musicale e di intrattenimento, cercando così di andare incontro a cittadini e turisti di ogni età.Oltre alle location sopra indicate, l’Amministrazione comunale valuterà, a suo insindacabile giudizio, anche ulteriori progetti che soggetti pubblici o privati vorranno proporre.

Buona parte delle attività di questo Capodanno diffuso saranno realizzate direttamente dall’Amministrazione comunale e MUS.E ma è appena uscito anche un bando affinché alcune piazze ospitino eventi soggetti terzi, ideate e realizzate da operatori e enti del territorio e sostenute e copromosse dal Comune.

L’avviso pubblico è uscito oggi, è consultabile sulla rete civica a questo link: (https://www.comune.fi.it/pagina/amministrazione-trasparente/sovvenzioni-contributi-sussidi-e-vantaggi-economici) e c’è tempo fino al 5 dicembre per partecipare.

Per la realizzazione dei progetti selezionati potrà essere assegnato a ciascuno dei soggetti proponenti un contributo economico in termini di cofinanziamento dell’iniziativa, riconoscibile solo se il soggetto (o tutti i soggetti in caso di raggruppamento) siano enti o associazioni senza scopo di lucro, ai sensi del regolamento comunale vigente in materia di contributi, e alcune agevolazioni come per esempio l’abbattimento Cosap.

Redazione Nove da Firenze