Cambio al vertice della direzione di amministrazione

da sinistra a destra: la Sorella Volontaria CRI Rosi Napolitano, il Colonnello Costanzo, il Comandante IGM Generale di Divisione Tornabene, il dottor Armentano (in rappresentanza del sindaco di Firenze), il Maggior Generale Rega, il Brigadier Generale Giuliani

Il Colonnello Costanzo subentra al Brigadier Generale Giuliani. La cerimonia alla presenza del Maggior Generale Rega Capo del Corpo di Commissariato


ESERCITO ITALIANO A FIRENZE — Si è svolta questa mattina, presso la sala “Cenacolo” della Caserma “Simoni” di Firenze, la cerimonia di avvicendamento al comando della Direzione di Amministrazione dell’Esercito Italiano tra il Brigadier Generale Giuseppe Giuliani, cedente, e il colonnello Paolo Costanzo subentrante, alla presenza del Capo Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa e Capo del Corpo di Commissariato dell’Esercito Italiano, Maggior Generale Stefano Rega e delle massime autorità civili e militari della città tra cui il Comandante dell'Istituto Geografico Militare, Generale di Divisione Pietro Tornabene. A rappresentare il sindaco il dottor Nicola Armentano. Per la Croce Rossa Italiana, Corpo delle Infermiere Volontarie, presente Sorella Rosa Maria  Napolitano vice ispettrice per la regione toscana.

Il Generale Giuliani lascia il comando della prestigiosa Unità dell’Esercito dopo due anni in cui l’ente fiorentino ha garantito un’intensa attività di supporto giuridico e amministrativo alla Forza Armata in un processo di significativo riordino di compiti e funzioni.

In un breve intervento, il Maggiore Generale Stefano Rega ha ringraziato il Brigadier Generale Giuliani per il lavoro svolto evidenziando che i risultati raggiunti all’interno dell’organizzazione militare passano sempre attraverso la tutela e la considerazione della risorsa umana quale elemento essenziale.

Parole di soddisfazione sono state espresse dal comandante cedente che, rivolgendosi ai presenti ha evidenziato: “i successi conseguiti nell’arco di questo biennio si devono all’impegno e alla riconosciuta professionalità del personale civile e militare che ha operato presso la DAE”. Chiusura riservata al suo successore al quale ha rivolto gli auguri per il nuovo incarico.

Di senso del dovere e desiderio di continuare sulla strada intrapresa dal suo predecessore ha parlato il Colonnello Costanzo dichiarandosi fiero del nuovo ruolo e contento di operare nel capoluogo toscano.

Alla cerimonia hanno partecipato numerose autorità, civili e militari, che hanno voluto manifestare, in un momento così solenne, un'affettuosa e sentita vicinanza alla Direzione di Amministrazione dell’Esercito, che trae la propria origine dall’Ufficio di Revisione della Contabilità dei Corpi istituito a Firenze il 1° gennaio 1873.

foto M. Rufino

Redazione Nove da Firenze