Rubrica — L'Avvocato Risponde

Cambiare cognome, la scelta potrebbe non ricadere sui figli: ecco perché

Un nuovo quesito sul tema del cambiamento del cognome arriva a nove@nove.firenze.it


Gentilissimo Avvocato Visciola,

sarei interessato a cambiare il mio cognome. Avendo figli, nel caso in cui cambiassi il mio cognome, verrà cambiato anche il loro?

Gentilissimo,

il cambiamento di cognome costituisce una scelta che un individuo può effettuare al fine di poter esplicare al meglio la propria individualità, ovviamente se supportata da valide motivazioni.
Mi occupo infatti spesso di cambiamenti di cognome e le istanze (da presentare alla Prefettura competente) devono essere ampiamente motivate, sia in punto di fatto che di diritto. Laddove una persona abbia dei figli, la scelta di procedere al cambiamento di cognome è destinata a ripercuotersi sui figli stessi.
Il figlio, infatti, subisce il cambiamento o la modifica del proprio cognome a seguito della variazione di quello del genitore da cui il cognome deriva.

Se il figlio è minorenne, il cambiamento di cognome avviene in automatico, senza alcuna possibilità di scelta.

Se, invece, il figlio è maggiorenne, il cambiamento di cognome può essere evitato.

E' previsto, infatti, che il figlio maggiorenne possa decidere, entro un anno dal giorno in cui viene a conoscenza dell’intervenuta modifica, di mantenere il cognome portato precedentemente.
In tal caso, la dichiarazione è resa all'ufficiale dello stato civile del comune di nascita dal figlio personalmente o con comunicazione scritta.

Cordialmente,Avv. Roberto Visciola 

L'Avvocato Risponde — rubrica a cura di Roberto Visciola

Roberto Visciola

Roberto Visciola — Avvocato in Firenze, laureato col massimo dei voti e lode, socio fondatore dell'Unione nazionale avvocati per la mediazione, è autore di libri e pubblicazioni con importanti case editrici e riviste di settore, quali Cedam, Italia Oggi, Giustizia Civile, Gazzetta Notarile, Nuova Giuridica, Nuova Rassegna e Altalex. Svolge attività di consulenza e assistenza giudiziale e stragiudiziale principalmente nei settori del diritto amministrativo e civile, prediligendo i sistemi di ADR, quali mediazione e negoziazione assistita.

E-mail: robertovisciola@gmail.com