Borgo San Lorenzo: aumentano le zone pedonali

Nuova sperimentazione, fino al 13 settembre, per la viabilità nel centro


In questo momento particolare in cui è necessario garantire la sicurezza dei cittadini anche attraverso la possibilità di mantenere il distanziamento sociale previsto dalla normativa, e nella prospettiva di puntare su una riorganizzazione della viabilità che favorisca la vivibilità del centro, l’Amministrazione di Borgo San Lorenzo, ha adottato alcuni provvedimenti che vanno a modificare la viabilità, creando di fatto delle zone pedonali fruibili, nei pressi della Biblioteca Comunale.

In particolare fino al 13 settembre:

Divieto di transito a tutti i mezzi nel tratto di Corso Matteotti compreso tra la Biblioteca Comunale (angolo P.zza del Popolo sud-ovest) e via O. Bandini (eccetto nei giorni di mercato dalle ore 6:30 alle ore 16:30) e inversione del senso di marcia nel tratto di collegamento di Piazza del Popolo con via O. Bandini;

Divieto di transito a tutti i mezzi in via O. Bandini, a partire dall’intersezione con Via Giovanni della Casa a eccezione di residenti ed esercenti come previsto dall’attuale ZTL, residenti e proprietari di attività ricadenti nell’area.

Solo nel fine settimana, divieto di accesso a tutti i mezzi in Corso Matteotti dall’intersezione con via Montebello e via G. Morelli, secondo questi orari: venerdì dalle 19 alle 24, sabato dalle 15.30 alle 24 domenica dalle 19 alle 23.

"Questo periodo di emergenza – afferma l’Assessore alla mobilità Gabriele Timpanelli – ha accelerato un serio ripensamento del modello di sviluppo delle nostre città. E questo porta inevitabilmente a ripensare anche i nostri spazi urbani. Con la chiusura al traffico di alcuni tratti rendiamo alle persone, alle famiglie, spazi per la socialità, per godersi in tranquillità il nostro bellissimo Centro Commerciale Naturale"

“Un percorso, illustrato al CCN, - afferma la Vice-sindaco Cristina Becchi - che mette in sicurezza un’area, che rappresenta un importante centro di socializzazione, valorizza lo spazio e lo rende maggiormente fruibile. Con l’emergenza sanitaria molte abitudini sono cambiate, dal modo di fare shopping a quello di percepire lo spazio, cogliamo questa opportunità per rivedere la politica della viabilità e andare in contro alle nuove esigenze consapevoli che i cambiamenti prevedono un periodo di sperimentazione e nuovi approcci. Obiettivo: valorizzare il nostro centro e il suo tessuto commerciale”.

Redazione Nove da Firenze