Rubrica — Mostre

Bong: i colori di Carradori, pittore anestesista amico di Valentino Rossi

14-25 febbraio personale allo Studio di via Calimaruzza a Firenze


L’atteso ritorno in Italia. Reduce da una mostra collettiva ad Amsterdam, all’Istituto Italiano di Cultura per i Paesi Bassi, il maestro Roberto Carradori torna a esporre nel suo Paese, precisamente a Firenze.

Ecco “ Urban Street Scenes”, mostra personale dell’artista pistoiese allo Studio Bong della città gigliata, in Via Calimaruzza 10/R, a pochi passi da Piazza della Signoria: rassegna che sarà inaugurata venerdì prossimo 14 febbraio, alle ore 17.30 alla presenza dello stesso Carradori, e che sarà visitabile tutti i giorni feriali e festivi dalle 11 alle 19 sino a martedì 25 febbraio (infoline: 335 6115334 / 335 5328810).
Nell’occasione Carradori, che terrà anche una personale dal titolo “Life Frame” a Pistoia nell’aprile 2020, porterà 12 quadri, scene di vita quotidiana, ritratti delle fasce più deboli della nostra società, dai clochard agli anziani tanto per citare alcuni dei temi scelti.
Artista d’origine pistoiese, tra i più sensibili e apprezzati del panorama contemporaneo, Carradori è medico anestesista al Santa Rita Hospital di Montecatini Terme.

Da sempre appassionato di pittura e fotografia, ha lavorato tra l’altro all’Ospedale del Ceppo di Pistoia, 118, Elisoccorso. Anestesista rianimatore alle corse nel circuito del Mugello, centauro e amico del campionissimo Valentino Rossi, a cui ha donato un ritratto, è abituato a cogliere l’attimo del quotidiano fotografando e poi dipingendo l’emozione scaturita. Oli su tavola di spietato realismo, che fanno riflettere.

Redazione Nove da Firenze