Biffoni (Pd): "Primarie ok ma Bonafè sarebbe un ottimo candidato"

Il sindaco di Prato sulle scelte del partito verso le elezioni regionali del 2020: "Una candidatura unitaria sarebbe il massimo. Simona è una delle nostre risorse più importanti"


(DIRE) Prato, 13 giu. - "Se c'è una candidatura unitaria che compatta il mondo del centrosinistra, come è accaduto nel caso Prato, di Firenze, ma anche a Livorno, e c'è un nome attorno al quale si riesce a unire la coalizione, bene. Altrimenti penso che le primarie siano assolutamente uno strumento da utilizzare in maniera sana. Non devono essere un dogma, per cui si fanno per forza. Si fanno se c'è bisogno". Lo afferma il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, rispondendo a una domanda della 'Dire', a margine della conferenza stampa di presentazione del cartellone della nuova stagione del teatro Metastasio, in merito alla individuazione del candidato alla presidenza della Regione per il centrosinistra.

Il presidente dell'assemblea toscana, Eugenio Giani, nei giorni scorsi ha invocato le primarie, rifacendosi al percorso menzionato anche dalla segretaria regionale del Partito democratico, Simona Bonafè. Biffoni prova a tenere una posizione intermedia. Le primarie possono essere una possibilità, ma non l'unica. "Se, invece- fa notare-, emerge una figura, una donna o un uomo che è in grado di recepire il posizionamento positivo di una larga fetta delle forze del centrosinistra, di quelle civiche, dell'imprenditoria, dell'artigianato, della cultura possiamo tranquillamente andare in quella direzione".

L'identikit tratteggiato potrebbe portare proprio alla segretaria dem, uscita rafforzata dopo questa tornata elettorale se non altro per aver doppiato in Toscana nel voto di preferenza alle Europee la leader della Lega Susanna Ceccardi. "Qualora decidesse di fare questo passo- riprende Biffoni- Bonafè sarebbe sicuramente in grado di svolgere un grandissimo lavoro sia da candidata che successivamente, in caso di elezione. Deciderà lei, decideremo tutti insieme. È una delle nostre risorse più importanti".

Redazione Nove da Firenze