Bando per la mobilità sostenibile: prorogati i termini al 15 ottobre

Verso una nuova rotatoria all’incrocio della Tosco Romagnola di Empoli. A Pisa partito il cantiere per realizzare la rotatoria sull’Aurelia. Presto a regime lo svincolo della Fi-Pi-Li di Livorno. Chiusura notturna fino alla metà di novembre di un passaggio a livello sulla SR Brisighellese-Ravennate


Prorogati al 15 ottobre i termini per la presentazione delle domande di finanziamento relative al bando regionale per la realizzazione di interventi urgenti volti a favorire la mobilità sostenibile in risposta all'emergenza sanitaria COVID 19. Il precedente termine era stato fissato al 14 settembre, ma la scelta di spostare la chiusura del bando darà ai Comuni Toscani un altro mese di tempo per predisporre e presentare i loro progetti e le domande di finanziamento. Il bando, da 1,5 milioni di euro, ha l'obiettivo di potenziare la rete di piste ciclabili e favorire azioni di mobilità alternativa, per muoversi in sicurezza e al tempo stesso alleggerire la pressione sui mezzi pubblici e scoraggiare il ricorso all'auto privata. Altre azioni finanziabili con il bando sono la realizzazione di corsie preferenziali di bus e taxi ed azioni per consentire la convivenza tra il traffico veicolare e veicoli alternativi (bici o monopattini). Il bando si rivolge a tutti i Comuni, con particolare riferimento ai principali centri urbani. Proprio in funzione dell’urgenza di intervenire, le opere che avranno maggior punteggio sono quelle rapidamente cantierabili e più capaci di integrarsi con il sistema della mobilità locale. Gli interventi ammessi potranno essere finanziati sino all’80%. Il bando è stato approvato con DD 12626/2020 pubblicato sul BURT del 19/08; la proroga con DD 14120/2020.

A Empoli i lavori per la realizzazione della rotatoria all’ingresso della strada Circonvallazione Sud, iniziati a metà agosto, vanno avanti e, come da programma, termineranno entro la fine del 2020. Ma nel frattempo l’amministrazione comunale sta pensando a un altro punto focale per la viabilità cittadina. Lungo la Tosco Romagnola, appena entrati a Empoli dalla parte est, l’intersezione con Via Cherubini è una delle più delicate sia a livello di volumi di traffico, sia per la sua pericolosità. In quell’incrocio si sono registrati diversi incidenti e quindi è stato deciso di realizzare anche lì una rotatoria. Ieri, lunedì 14 settembre, la giunta comunale ha approvato il progetto definitivo per questa opera, fra le più attese dalla cittadinanza. Sarà la terza rotatoria realizzata in pochi anni lungo la statale dopo quella al ponte sull’Arno e quella all’incrocio con Via Bisarnella. Il progetto sarà utile anche per partecipare a un bando regionale dal titolo “Azione Regionale sulla Sicurezza Stradale in Attuazione del PRIIM a supporto degli Enti locali per la realizzazione di interventi di Sicurezza Stradale” che ha l'intento di cofinanziare interventi volti al miglioramento della sicurezza stradale in Toscana. Il Comune di Empoli chiederà un contributo del 40% del costo dell'opera corrispondente a 120.000 euro. Il bando regionale mette a disposizione 5.000.000 euro per mettere in atto tutte le misure necessarie al fine di contrastare il fenomeno dell'incidentalità stradale e ridurre morti e feriti sulle strade. Il costo complessivo della rotatoria Tosco Romagnola/Via Cherubini è di 300.000 euro. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è di arrivare quanto prima al progetto esecutivo e alla successiva procedura di gara per vedere l'apertura del cantiere durante la primavera 2021. Il settore lavori pubblici del Comune è al lavoro. La rotatoria eliminerà tutte le svolte a sinistra e i conflitti tra le varie correnti veicolari che verranno convogliate tutte all'interno dell'anello. Sarà posta all’altezza dell’attuale spartitraffico di Via Cherubini, comprendente anche le due intersezioni con Via della Pratella.

Partito a Pisa lunedì 14 settembre, il cantiere per la realizzazione della nuova rotatoria stradale sull’Aurelia, all’incrocio con il viale delle Cascine. Si tratta dell’ultima rotatoria che fa parte del progetto più ampio di fluidificazione del traffico lungo tutto il tratto cittadino dell’Aurelia e che ha visto la costruzione di sei rotatorie poste in corrispondenza degli incroci più importanti. Questa del viale delle Cascine è la sesta dopo quella della Darsena, quella dell’Ikea, di via di del Gargalone, della via della Fossa Ducaria e di via Andrea Pisano. I lavori, eseguiti dalla ditte Panza Srl e Icoser Srl, iniziano lunedì 14 settembre e termineranno per la fine dell’anno. L’importo complessivo dell’investimento è di circa 590 mila euro, finanziato per il 35% dal Comune e per il 65% dalla Regione Toscana. La rotatoria, che avrà un diametro esterno di 39 metri, doppia attestazione in entrata su tutti e 4 i rami, corsia nell’anello di 9 metri, fascia pavimentata di 1 metro delimitata da cordolo che, in caso di necessità può essere sormontato da un mezzo pesante, avrà nel centro un’aiuola di diametro 17 metri, arredata a verde nella zona nord e sud, come da indicazioni prescritte dalla Sovrintendenza per la tutela del viale delle Cascine, che è un bene vincolato. Sempre per rispondere alle indicazioni di tutela del viale che porta a San Rossore, la rotatoria sarà allineata con le alberature e la viabilità storica del viale. Saranno inoltre realizzati attraversamenti ciclopedonali sui lati sud, est e ovest, e pedonale sul lato nord, oltre all’impianto semaforico a chiamata, con isola salvagente centrale, a servizio degli attraversamenti dell’Aurelia. Oltre alla realizzazione della rotatoria, l’intervento prevede anche la creazione della pista ciclopedonale che va dalla rotatoria lungo tutto il tratto del viale delle Cascine fino al sottopasso veicolare lato città. Per realizzare questa infrastruttura ciclabile è prevista la revisione della sezione stradale di quel tratto del viale delle Cascine, la rimodulazione della larghezza delle corsie secondo il codice della strada, la rimozione aiuola attuale e la ricostruzione di una nuova aiuola alberata tra il percorso ciclopedonale e le corsie veicolari, la realizzazione di due attraversamenti pedonali protetti da isola centrale salvagente, uno all’altezza del camping e l’altro in prossimità della rotatoria. Contestualmente viene realizzata anche la corsia per la svolta a sinistra, che fungerà da ulteriore protezione all’attraversamento pedonale. Il progetto prevede infine anche un successivo intervento di riqualificazione paesaggistica del viale delle Cascine, con il rinnovo di quelle alberature che risultano morte o malate di cancro colorato, così come accertato da Arpat nel caso dei platani, che sono piante protette sul territorio nazionale. Gli alberi saranno sostituiti da piante ad alto fusto di tipo bagolari, adeguati alla storicità del viale. Sarà effettuata anche un’operazione di ricucitura unitaria delle aiuole verdi e di ricomposizione dei filari di alberi su entrambi i bordi stradali. Al centro della rotatoria, nell’area verde, saranno messi a dimora quattro platani in modo da creare un asse prospettico con le alberature del viale delle Cascine. A partire dal lunedì 14 settembre inizieranno prima i lavori propedeutici alla realizzazione della rotatoria, eseguiti da Toscana Energia sulla linea di gas metano, e già da martedì verrà allestito il cantiere della rotatoria. Nella prima settimana di lavori, fino al 18 settembre, sul viale delle Cascine, nella corsia Sud da via Aurelia a via Caduti del lavoro, sarà attuato il restringimento di carreggiata con senso unico alternato, regolato da movieri.

A seguito del completamento dei lavori di ripristino della sede stradale e delle opere idrauliche danneggiate dalla frana di via Quaglierini, a Livorno, la carreggiata nord all'altrezza dello svincolo Livorno Centro della Fi-Pi-Li è stata consegnata alla Città metropolitana di Firenze che gestisce la strada a grande capacità. La Città Metropolitana, oltre a riaprire al traffico la carreggiata nord, sta già operando per ripristinare la pavimentazione stradale della carreggiata sud in direzione Firenze, deformata a causa delle sollecitazioni eccessive dovute all'utilizzo nel doppio senso di marcia per ovviare alla chiusura dell’altra carreggiata. Le lavorazioni di ripristino della pavimentazione saranno completate entro la fine della settimana e, pertanto, la circolazione stradale potrà a breve riprendere a pieno regime su quattro corsie.

Per lavori di sostituzione dei binari e della massicciata della tratta ferroviaria Borgo San Lorenzo-Ronta la Città Metropolitana di Firenze ha disposto la chiusura al transito veicolare in entrambi i sensi di marcia, ed al transito pedonale, della S.R. n.302 "Brisighellese-Ravennate" al km 35+950 circa (in corrispondenza del passaggio a livello, nel Comune di Borgo San Lorenzo, dal giorno 21/09/2020 al giorno 13/11/2020 compreso, esclusi i giorni di sabato e di domenica, con orario 21.00/06.00. Il transito veicolare dei mezzi leggeri sarà deviato su Via di Salto e Via Pananti. Il transito dei mezzi pesanti proveniente da Borgo San Lorenzo sarà deviato sul seguente percorso alternativo: da Borgo San Lorenzo al Casello Autostradale A1 di Barberino di Mugello percorrendo la S.P. n. 551, S.P. n. 503, S.P. n. 129, S.P. n. 37, S.R. n. 65 e S.P. n.131 - Autostrada A1 Firenze-Bologna da Barberino di Mugello a Bologna Borgo Panigale - Autostrada A14 Bologna-Ancona da Bologna Borgo Panigale a Faenza - Dal Casello di Faenza A14 a Marradi percorrendo la S.P. n.72 e la S.R. n.302. Il transito dei mezzi pesanti proveniente da Marradi sarà deviato seguendo gli stessi percorsi predisposti da Borgo San Lorenzo in senso inverso.

Redazione Nove da Firenze