"Bando ERP, slitta a primavera 2021: serve più cura sulle tematiche abitative"

Palagi e Bundu (SPC): "Oggi abbiamo ricevuto alcune risposte utili per tutta la cittadinanza"


L'emergenza abitativa a Firenze rischia di farsi pesante nel 2021, nonostante la parziale proroga degli sfratti estesa a giugno 2021. Queste le dichiarazioni di Dmitrij Palagi, Antonella Bundu - Sinistra Progetto Comune:

"Partecipare a un bando solo in modalità telematica esclude le fasce di popolazione di maggiore fragilità. Per questo avevamo proposto di prevedere canali di supporto alla cittadinanza, che non vengono esclusi per fortuna, nonostante ci fosse stato bocciato un ordine del giorno che chiedeva di andare in questo senso, in sede di votazione del nuovo regolamento ERP.

Ci è stato risposto che eventuali convenzioni saranno da valutare con l'uscita del bando e secondo le possibilità dell'ente, mentre è già stata esclusa la possibilità di dedicare del personale aggiuntivo all'assistenza, contando solo sulla sinergia degli uffici già presenti. Magari sperando che si riconfermi il successo della procedura telematica con SPID e ID elettronico? È invece positivo che si preveda di pubblicizzare il bando prima della sua pubblicazione, per agevolare la cittadinanza nel reperire la documentazione necessaria. Speriamo che le previsioni riguardo alla modalità telematica dell'Assessora si rivelino fondate, nel frattempo continueremo a essere propositivi e attenti su queste tematiche.

Non vorremmo tornasse quel senso di attaccamento naive alla tecnologia di inizio millennio a discapito della realtà in cui ci troviamo, specialmente in relazione al funzionamento reale della macchina amministrative e alle possibilità della cittadinanza", concludono Bundu - Palagi. 

Redazione Nove da Firenze