Centro di fashion design a Villa Strozzi: ieri l'avvio del progetto

Intesa tra Shangai e Polimoda. L'assessore Biagiotti: "Sarà un polo d'eccellenza internazionale"


FIRENZE — Siglata ieri a Villa Favard la lettera di intenti che segna concretamente l’avvio del progetto per la creazione di un Centro di fashion design negli spazi di Villa Strozzi, già sede del Polimoda: una iniziativa che vede coinvolti il Comune di Firenze, lo stesso Polimoda e il Comune di Shangai, con il comune obiettivo di offrire servizi, attività didattiche ed espositive per lo sviluppo di potenziali business tra Cina e Italia. Il “Sino-Eu Desing Exchange Center”, questo il nome del Centro, sarò operativo entro il 2013 e “costituirà un polo di eccellenza nel campo della formazione di alto livello e dell’integrazione, con un forte carattere di reciprocità tra Firenze e Shangai – spiega l’assessore allo Sviluppo economico Sara Biagiotti – Avrà un ruolo internazionale di spicco nei settori dell’industria creativa e dell’incubazione per le aziende di design, oltre a rappresentare una interessante opportunità per le industrie creative di Shanghai per attività, mostre e spettacoli culturali”. Villa Strozzi quindi si appresta a trasformarsi in un ‘incubatore del design’ per giovani imprese creative cinesi e italiane, oltre ad ospitare, grazie alla collaborazione la Tongji University, un ‘campus’ per corsi di formazione sul fashion design e management della moda per giovani neolaureati di entrambi i Paesi.

Conto alla rovescia per la seconda edizione di POLIMODA BUSINESS LINKS, uno speciale "Open Day”, organizzato presso la sede di Villa Favard per mettere in contatto diretto gli studenti diplomandi e le imprese, che sono oggi sempre più alla ricerca di giovani talenti. Nel corso di due giornate, il 21 e 22 marzo, le aziende avranno modo di conoscere in anteprima i giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Il quartier generale dell'Istituto si trasforma in hub creativo, un crocevia dove incontrare i migliori talenti, esaminare i loro portfoli e capire le figure professionali più innovative formate dall'Istituto. Polimoda è da sempre una scuola vicina alle aziende, un ponte tra creatività e impresa. Grazie a Business Links si crea un reale incontro tra domanda e offerta d'impiego, come dimostrano anche i numeri: 125 le aziende che hanno accolto tirocinanti; 88% la percentuale degli occupati tra gli studenti diplomati, di cui il 30% confermati in seguito allo stage. Sono ben 2000 le aziende che collaborano con Polimoda. Gli allievi delle quattro aree di specializzazione Design & Technology, Business & Management, Media & Communication, Research & Trend Vision saranno a disposizione per presentarsi e illustrare il proprio percorso tramite presentazioni, video e curricula.

Redazione Nove da Firenze