Abbonamento Pegaso e tariffe promozionali estive, novità per Toremar

All’Elba arrivano l’abbonamento Pegaso, ovvero un unico titolo di viaggio per utilizzare il traghetto assieme a bus o treno, e nuove tariffe promozionali estive per rilanciare il territorio dell’Arcipelago elbano


ELBA — FIRENZE – All’Elba arrivano l’abbonamento Pegaso, ovvero un unico titolo di viaggio per utilizzare il traghetto assieme a bus o treno, e nuove tariffe promozionali estive per rilanciare il territorio dell’Arcipelago elbano: sono queste le novità per i prossimi mesi della compagnia marittima elbana illustrate dall’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao.

“Sono due novità che abbiamo fortemente voluto per venire incontro al territorio dell’Arcipelago – commenta l’assessore Ceccobao – con l’abbonamento Pegaso si potranno usare liberamente tutti i mezzi di trasporto pubblici della regione con un solo titolo di viaggio, senza passare da tante diverse biglietterie, e si avranno tariffe agevolate, più convenienti rispetto alla somma dei singoli biglietti. Con le tariffe estive, invece, sfruttiamo appieno il contratto di servizio firmato da Toremar con la Regione Toscana. Abbiamo chiesto alla compagnia di incentivare il flusso turistico con promozioni ad hoc realizzate in collaborazione con le realtà economiche locali, Toremar questa estate emetterà tariffe molto vantaggiose che potranno far crescere i flussi turistici e portare benefici a tutto l’Arcipelago. E questo avverà senza che la Toscana debba intervenire con risorse dal bilancio regionale. Dunque un risultato positivo per tutti i soggetti coinvolti, per i residenti, per i turisti, per la compagnia, per chi opera nel turismo ed anche per l’amministrazione regionale”.

Le tariffe Pegaso
A partire da aprile anche gli abbonati al servizio pubblico marittimo potranno usufruire dei vantaggi dell’abbonamento intermodale regionale “Pegaso”, che consente agli utenti del servizio di trasporto pubblico di avere tariffe agevolate e di utilizzare un solo titolo di viaggio per tutti i mezzi pubblici (treni, bus urbani, interurbani ed ora anche traghetti). I nuovi abbonamenti saranno in vendita dal 21 marzo.

Per i primi mesi della sperimentazione l’abbonamento intermodale Pegaso verrà esteso alla tratta Piombino-Elba (porti di Portoferraio, Rio Marina e Cavo), la più frequentata tra le rotte dell’Arcipelago toscano, successivamente verrà esteso per le altre destinazioni. Sarà possibile applicare la tariffa Pegaso solo agli abbonamenti mensili ed annuali dei residenti o dei pendolari (circa l’80% dei frequentatori della rotta).

La Regione Toscana sta inoltre lavorando per inserire i collegamenti marittimi tramite Toremar anche nel biglietto Pegaso giornaliero (che dà la possibilità ad muoversi per tutte le 24 ore su tutti i mezzi di una determinata tratta, anche più volte nello stesso giorno).

Le promozioni per l’estate 2013
In base a quanto comunicato da Toremar, la compagnia applicherà tariffe vantaggiose per i clienti degli albergatori dell’Elba. Nello specifico, la tariffa per un’auto (fino a 5metri) e un passeggero sarà di:
- circa 22 euro in bassa stagione,
- circa 27 euro in media stagione,
- da circa 30 a 33 euro in alta stagione.

Inoltre sarà riservata ad alcuni tuor operator una tariffa (auto fino a 5 metri più un passeggero), in base alla stagionalità, che prevede sconti da un minimo del 20% ad un massimo del 50%.

I passeggeri ordinari invece in questo momento stanno prenotando ad una tariffa promozionale speciale di lancio inferiore a quella ufficiale, a breve però la tariffa aumenterà a quella ordinaria (potrebbe tornare a quella ordinaria)

Per quanto riguarda l’Isola del Giglio, invece, sarà applicato uno sconto del 10% dal lunedì al venerdì (fino all’ora di pranzo) per tutti i passeggeri ordinari. Anche tour operator ed albergatori avranno lo sconto 10%, ma sarà valido tutti i giorni della settimana.

Politiche tariffarie per quanto riguarda i nativi
Altre novità riguardano le agevolazioni per i nativi. Per l’isola d’Elba i nativi elbani e i residenti di Piombino pagano la stessa tariffa dei residenti alla quale però si aggiunge un euro di diritti che i residenti non pagano.E’ allo studio un modo per riconoscere anche lo status di “nativo” per l’isola del Giglio.

Sintesi del contratto di servizio
La Toscana è l’unica Regione ad aver portato a termine la privatizzazione della propria compagnia ex Tirrenia e dunque l’unica Regione ad essersi assicurata i finanziamenti statali per i collegamenti marittimi, evitando la situazione di crisi che si è venuta a creare in altre realtà che non hanno avviato o concluso il processo di liberalizzazione dei servizi.

Il contratto di servizio tra Regione Toscana e Toremar è stato firmato il 2 gennaio 2012 ed avrà durata di 12 anni. La tutela del diritto alla mobilità dei residenti, la valorizzazione dell’Arcipelago e il miglioramento del servizio offerta (anche attraverso un importante e progressivo ringiovanimento della flotta) sono i suoi punti di forza.

Per quanto riguarda il programma di ringiovanimento della flotta, si ricorda che nel corso del 2012 la nave ‘Aegilium’ (anno 1979), utilizzata sulla tratta Porto S. Stefano– Giglio, è stata sostituita con il mezzo ‘Giuseppe Rum’ (anno 2005); l’aliscafo ‘Fabricia’ (anno 1987), prevalentemente utilizzato sulla tratta Piombino – Cavo – Porto Ferraio, è stato sostituito con nave veloce ‘Alilauro Jet’ (anno 2007); la nave ‘Planasia’ (anno 1980), prevalentemente utilizzata sulla tratta Piombino – Porto Ferraio e Piombino – Rio Marina, è stata sostituita con il ‘Rio Marina Bella’ (anno 2004). Sono state inoltre completamente ristrutturate e rinnovate nelle parti meccaniche e negli arredi le navi Oglasa ed Aethalia.

In occasione della revisione del contratto di servizio, la Regione Toscana ha inoltre posto nuove richieste a Toremar con l’obiettivo di accelerare il completamento del piano degli investimenti. In virtù di queste richieste entro il 2013 dovrà essere completamente ristrutturato il traghetto ‘Liburna’. Saranno effettuati anche nuovi interventi sullo scafo dell’Aethalia. Entro il 2015, inoltre, si interverrà anche sui traghetti ‘Bellini’ e ‘Marmorica’.

Redazione Nove da Firenze