Harvard University vince al PalaCoverciano con la Brandini

Finisce con una sconfitta per 67 a 88 la seconda amichevole stagionale della Pallacanestro Firenze che deve arrendersi alla prestanza fisica e alla condizione atletica degli universitari di Harvard.


BASKET, DNA — Finisce con una sconfitta per 67 a 88 la seconda amichevole stagionale della Pallacanestro Firenze che deve arrendersi alla prestanza fisica e alla condizione atletica degli universitari di Harvard.

Gara equilibrata per tutto il primo quarto quando i collegiali di Tommy Amaker, che militano nella division One della Ncaa, sul suono della sirena hanno piazzato la bomba del primo allungo americano (16-23). Da lì in poi la squadra di Harvard ha tenuto il campo sfruttando la stanchezza di Firenze, ferma al nono giorno di preparazione atletica, portandosi sul +15 alla pausa lunga e gestendo senza problemi il margine di vantaggio grazie a numerosi rimbalzi offensivi catturati dai collegiali, frutto dello strapotere fisico.

Malgrado la sconfitta, buone le prestazioni tra i fiorentini di Casadei, Galmarini e Caroldi.

Per i biancorossi di coach Paolini inoltre c'è stato il rientro in quintetto di Stefano Rabaglietti reduce dall'infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dal parquet per oltre otto mesi. Buona affluenza di pubblico (circa 250 persone) con un nutrito gruppo di tifosi a stelle e strisce che ha seguito entusiasta la gara

Prossima amichevole mercoledì 29 agosto ore 19.30 al PalaCoverciano contro Pistoia Basket (LegaDue).


PALLACANESTRO FIRENZE – HARVARD UNIVERSITY 67/88 (16-23 / 35-50 / 54-69 / 67-88)

Marotta, Capitanelli 14, Caroldi 10, Sanna 6, Braa, Beconcini 2, Casadei 11, Galmarini 2, Dionisi 2, Spizzichini 10, Rabaglietti 10, Colombini.

Redazione Nove da Firenze