Università, aumentano le tasse. Il ministro Profumo atteso domani a Firenze

Il ministro dell’istruzione, università e ricerca scientifica Francesco Profumo sarà a Firenze domani, venerdì 6 luglio 2012. Sulla rete aspre critiche ai danni del Governo


ISTRUZIONE — Il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca scientifica Francesco Profumo sarà a Firenze domani, venerdì 6 luglio 2012, per presentare in anteprima nazionale il bando “Smart cities and communities” per le Regioni del Centro Nord. Il bando si propone di finanziare idee progettuali per lo sviluppo di soluzioni innovative per problemi di scala urbana.

Il ministro in queste ore è oggetto di critica sul web attraverso i Social Network per le scelte legate ai tagli ed agli aumenti relativi al diritto allo studio, ma non solo. Il ministro si è espresso favorevolmente, intervenendo presso l'Università di Roma, sulla mobilità e la ricerca di lavoro all'estero, una esperienza definita utile da parte del delegato di Mario Monti.

"La scelta del Governo di aumentare le tasse universitarie di 42 euro è sbagliata" - a scriverlo su Facebook è il Governatore della Regione toscana Enrico Rossi - "Che poi lo faccia un Governo di Professori è proprio un controsenso… . Noi cercheremo di ‘metterci una pezza’ alzando la soglia dell’Isee e integrando le tipologie di servizi per gli studenti. Se oltre a questo i Professori decideranno anche di tagliare altri 200 milioni alle università li invito a non dire più che “Per essere un Paese competitivo dobbiamo investire in ricerca”. Un po’ di coerenza…"

A fare gli onori di casa sarà il presidente della Regione Enrico Rossi. Presenti anche la vicepresidente e assessore all’istruzione, ricerca e università Stella Targetti e l’assessore alle attività produttive, lavoro e formazione Gianfranco Simoncini.

L’incontro avrà inizio alle ore 15 e si terrà nell’Auditorium di Sant’Apollonia, in via San Gallo, a Firenze.


“Mi auguro che l’ipotesi di tagli per 200 milioni al fondo ordinario di finanziamento per le Università venga smentito. Anzi, lo chiedo. Difatti è soprattutto in tempi di crisi economica che bisogna investire in istruzione e ricerca”. L’appello al governo Monti, dopo le notizie riportate oggi, arriva dalla vicepresidente e assessore all’università e ricerca della Toscana, Stella Targetti.
“Sono convinta che il ministro Profumo si stia impegnando al massimo per evitare i tagli e tutti noi dobbiamo sostenerlo – prosegue, fiduciosa – e c’è ancora tempo per scongiurare quello che sarebbe un grave danno non solo al sistema universitario ma a tutta l’Italia”.
“Oggi – conclude – celebriamo giustamente la scoperta della ‘particella di Dio’, il Bosone di Higgs: una grande impresa scientifica dietro a cui ci sono anche l’impegno e le intelligenze di ricercatori italiani e toscani, dell’Università e della Scuola Normale di Pisa e della sezione pisana dell’Istituto nazionale di fisica nucleare. Ecco, tagliando su università e ricerca, rischiamo in futuro di non poter più raggiungere risultati come questo”.


Il lavori saranno aperti dal presidente Rossi. Seguirà l’illustrazione dell’avviso da parte di Mario Calderini, consigliere per la ricerca e l’innovazione del Miur. A seguire, gli interventi di esponenti del mondo universitario, della ricerca e dei distretti tecnologici toscani che porranno alcune domande cui risponderà il ministro Profumo al quale sono affidate le conclusioni.

Recente intervento del Ministro alla trasmissione Tv Uno Mattina estate:

Redazione Nove da Firenze