Private Banking: strumento per la pianificazione patrimoniale

Un convegno della Fondazione Cesifin e di Intesa Sanpaolo illustra strumenti e norme inerenti la gestione dei patrimoni nell’attuale complessità di scenario


BANCA ASSICURAZIONE — Firenze, 22 febbraio 2012– Come tutelare il proprio patrimonio familiare o quale può essere la miglior forma successoria per garantire un solido futuro alla propria impresa? Questi e altri i quesiti affrontati nell’ambito del convegno “Private Banking. Uno strumento per la pianificazione patrimoniale“, che Fondazione Cesifin Alberto Predieri (fondazione strumentale dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze) e Intesa Sanpaolo Private Banking organizzano il prossimo 24 febbraio presso Palazzo Incontri di Banca CR Firenze.

Nel contesto attuale, particolarmente complesso e instabile, occorre infatti analizzare con attenzione le variabili finanziarie, giuridiche e assicurative disponibili per effettuare le scelte più opportune nella gestione del proprio patrimonio: nell‘incontro grazie alle competenze su diritto commerciale e assicurativo, alla professionalità notarile ed all’esperienza bancaria vengono sviluppate le proposte indirizzate a privati e imprenditori interessati dal tema della pianificazione patrimoniale.

Il Private Banking in particolare – segmento dell’attività bancaria specializzata nell’offerta di servizi finanziari ad una clientela con patrimoni rilevanti – concentra professionalità e conoscenze in grado di fornire quella tipologia di soluzioni adatte a gestire il passaggio generazionale e a preservare il patrimonio personale e familiare.

Durante il convegno sono affrontati gli aspetti giuridici dei prodotti finanziari e assicurativi, la successione nelle imprese di capitali, le varie forme gestionali del patrimonio, dai servizi fiduciari al trust. La diffusione inoltre di aziende a proprietà familiare, tipica di questo territorio, pone al centro dell'attenzione dell’incontro il tema della continuità nel tempo del patrimonio della famiglia, unitamente alla necessità di prevedere adeguata protezione al capitale del family business, quale che sia la sua composizione patrimoniale, mobiliare o immobiliare.

L’apertura dei lavori è affidata a Giuseppe Morbidelli, Università La Sapienza di Roma e Presidente Fondazione Cesifin Alberto Predieri. Relatori: Francesco Velluti, Responsabile Marketing Intesa Sanpaolo Private Banking, Pierpaolo Marano, Docente di Diritto Commerciale e di Diritto delle Assicurazioni Università Cattolica di Milano, Flavio Ravera, Responsabile Wealth Management Intesa Sanpaolo Private Banking, Stefania Pedroni, Responsabile Relazioni Clientela Sirefid, e Marco Maltoni, Notaio in Forlì e Componente della Commissione Studi di Impresa del Consiglio Nazionale del Notariato.

Fondazione Cesifin Alberto Predieri
La Fondazione "Cesifin Alberto Predieri" è stata costituita nel 1986 dalla Cassa di Risparmio di Firenze. Alberto Predieri, ideatore e promotore di questa istituzione, ne è stato a lungo il Presidente. Dopo la sua scomparsa, nel 2001, la Fondazione è stata a lui dedicata. Scopo ed attività della Fondazione, finanziata dall'Ente Cassa di Risparmio di Firenze dal 2001, è la promozione di studi e convegni su temi giuridico- finanziari ed economici di estrema attualità, ai quali sono chiamati ad intervenire studiosi ed esperti nonché esponenti del mondo imprenditoriale e delle istituzioni.  Il lungo elenco delle attività e delle pubblicazioni realizzate nel corso di venticinque anni - iniziate sotto la guida scientifica di Alberto Predieri e che proseguono oggi nel solco da lui tracciato - testimonia il sempre rinnovato obiettivo di affrontare e approfondire temi di grande rilevanza nell’interesse delle istituzioni, degli imprenditori, dei professionisti e di tutta la collettività e, nel contempo, di contribuire alla formazione dei quadri dirigenti e professionali.  Lo studio dei mercati finanziari e delle istituzioni finanziarie da sempre rappresenta una attività seguita con continuità  e particolare attenzione.

Intesa Sanpaolo Private Banking
Intesa Sanpaolo Private Banking offre ai propri clienti competenze, opportunità commerciali, presenza territoriale e solidità patrimoniale unici nel panorama italiano, grazie anche all’appartenenza ad un grande Gruppo italiano di dimensioni europee. Il Private Banking di Intesa Sanpaolo gestisce in Italia masse per oltre 71 miliardi di euro grazie all’attività di 1300 risorse complessive, di cui circa 700 sono i private banker che operano in 112 filiali. La gamma prodotti è completa ed in architettura aperta: i fondi e le sicav dei principali asset manager internazionali sono scelti in un’ottica di indipendenza e sulla base di un'attenta attività di ricerca delle migliori competenze e risultati. L’offerta include gestioni patrimoniali individuali, hedge funds, prodotti assicurativi, consulenza finanziaria e servizi non finanziari come l'ingegneria patrimoniale, i servizi di real estate ed art advisory. Attraverso i suoi specialisti di wealth management, la società fiduciaria e la trust company interna, Intesa Sanpaolo Private Banking è in grado inoltre di offrire soluzioni innovative di asset management. L’offerta è completata da soluzioni di leasing, aperture di credito in conto corrente e di finanziamento a breve e medio/lungo termine, dedicate alle specifiche esigenze della clientela private.

Redazione Nove da Firenze