Rissa al Palamandela durante l’incontro di boxe: 6 denunciati

Secondo la Digos si tratta di 3 romani e 3 fiorentini


QUESTURA DI FIRENZE — Denunciati dalla Squadra Tifoserie della Digos 6 tifosi romani e fiorentini protagonisti di una rissa sugli spalti, subito dopo l’inizio dell’incontro di boxe svoltosi lo scorso 4 novembre al Mandela Forum fra il fiorentino Bundu e il romano Petrucci. Al seguito del pugile romano erano arrivati al Palazzetto una ventina di supporter legati alle tifoserie di Roma e Lazio. Dopo uno scambio di cori offensivi tra tifosi fiorentini e romani, alcuni di questi sono passati alle vie di fatto, dando vita ad un breve ma violento tafferuglio sulle gradinate dell’impianto, placato solo grazie all’intervento degli agenti del Reparto Mobile. I poliziotti della Squadra Tifoseria hanno fermato un 37enne romano che, pochi istanti prima, aveva colpito con un calcio un addetto alla sicurezza, facendolo scivolare per alcuni gradini senza riportare fortunatamente conseguenze serie. Per il tifoso romano, che ha opposto anche resistenza agli operatori rifiutandosi di farsi identificare, è scattata la denuncia per violenza agli addetti ai controlli nei luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive e resistenza e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale. I successivi accertamenti della Digos fiorentina, sulla base anche dei filmati realizzati dalla Polizia Scientifica, hanno poi permesso di individuare altri 5 responsabili dei tafferugli: 2 romani e 3 fiorentini tutti già conosciuti per precedenti da stadio e legati pertanto al mondo ultras. Il 5 sono stati denunciati per rissa con l’avvio del procedimento volto all’irrogazione del DASPO. Sono in corso ulteriori accertamenti, in collaborazione con la Digos di Roma, per risalire, tramite i filmati, all’identità di altri soggetti romani coinvolti nei tafferugli.

Redazione Nove da Firenze