Vivicittà 2011 oltre 3500 podisti. Kenia e Ruanda sul podio

Vittoria africana nella classifica assoluta della 28^ edizione di Vivicittà Firenze Half Marathon 2011, disputata nel capoluogo toscano con partenza ed arrivo da Piazza Santa Croce.


CORRERE A FIRENZE — Vittoria africana nella classifica assoluta della 28^ edizione di Vivicittà Firenze Half Marathon 2011, disputata nel capoluogo toscano con partenza ed arrivo da Piazza Santa Croce.

Nell’assoluta maschile Eric Sebahire (Kenia) ha percorso i 21.097 km in 1.04,38, precedendo di appena tre secondi il connazionale Daniel Kipkir Ngeno. Il dominio africano è confermato dal terzo posto del tunisino Mehid Khelisi ad 1.02. Primo degli italiani Liberato Pellecchia giunto ottavo.

La classifica femminile è capeggiata, invece, da Claudette Mukasakindi (Ruanda) che ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 1.14,35: staccata di 18” l’italiana Gloria Marconi e terzo gradino del podio per un’altra esponente del Ruanda, Angeline Niysarambimana.

La manifestazione è stata un grande successo di partecipanti: 1502 quelli iscritti alla parte agonistica (disputata sui 21,097 km), 1600 quelli alla non competitiva di 10 km e circa 400 i partecipanti alla Tommasino Run per un totale appunto di oltre 3500.

Starter d’eccezione il presidente del Coni Provinciale, Eugenio Giani. Il Vice Sindaco ed assessore allo sport Dario Nardella ha, invece, effettuato le premiazioni supportato dallo stesso Giani e da un ‘ospite d’eccezione quale l’ex commissario della nazionale di ciclismo Alfredo Martini.

A ‘vincere’ la manifestazione sono stati però tutti i 3500 partecipanti a Vivicittà, in uno scenario unico al mondo, per una giornata vissuta a ritmi decisamente meno frenetici di quelli della vita di tutti i giorni.

“E’ stata una giornata straordinaria, spiega Marco Ceccantini, presidente del comitato organizzatore della Uisp. Sicuramente faticosa e complessa per l’organizzazione grazie alla quale questo evento si è svolto, ma che ha rappresentato una giornata importante per Firenze idealmente collegata con altre 42 città italiane, 18 nel mondo, 12 campi profughi palestinesi in Libano, 17 istituti penitenziari e minorili dove si è svolta.

Sport, Solidarietà ed ambiente sono stati le parole d’ordine sulle quali si è sviluppata la manifestazione di quest’anno che archiviamo con soddisfazione, pensando già al 2012. Ancora una volta grazie a tutti coloro che hanno contribuito al successo di Vivicittà 2011 Firenze Half Marathon”.

Redazione Nove da Firenze