Fi-Pi-Li: lunedì il global service è arrivato in ritardo?

Dopo il colossale ingorgo di due giorni fa, Ciampolini (Pdl) domanda: "Non c'era neanche la giustificazione della neve"


STRADE — Alle cinque di mattina di lunedì 21 febbraio, lungo la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno all’altezza del Km11 tra Ginestra e Lastra a Signa in direzione Firenze, un Tir che trasportava specchi è rimasto incastrato sul new jersey bloccando di fatto il traffico in entrambi le direzioni. Le ripercussioni su tutta l'area circostante, A1 compresa, si sono esaurite solo a fine mattinata. Secondo i rilievi della Polizia Stradale il Tir mostrerebbe di aver subito un danno strutturale a seguito del "rimbalzo" in una buca prodottasi nell'asfalto, qualche centinaio di metri prima dell'urto contro lo spartitraffico. La buca si sarebbe prodotta insieme a diverse altre a seguito delle forti piogge della giornata di domenica scorso. Per questo sono in corso lavori di ripristino del manto stradale che stanno interessando entrambe le carreggiate nel tratto Lastra a Signa-Ginestra Fiorentina.

Ma oltr che i problemi di manutenzione ordinaria e straordinaria della strada, l'altro aspetto che suscita perplessità circa quanto accaduto all'alba di lunedì è il ritardo nelle comunicazioni ufficiali, con cui sono stati allertati gli automobilisti, praticamente a partire soltanto dalle 8:00 di mattina, quando il traffico era ormai al collaso da quasi due ore.

Filippo Ciampolini e alcuni consiglieri del Pdl hanno presentato un'interrogazione alla Giunta provinciale per sapere quali sono i motivi che hanno causato ritardi nella rimozione del mezzo incidentato e il ripristino del regolare scorrimento del traffico. Ciampolini, insieme a Samuele Baldini, Piergiuseppe Massai, Enrico Bosi e Salvatore Barillari chiede anche "cosa intende fare la Provincia affinché la Global Service possa intervenire con maggior efficienza e puntualità, al fine di evitare episodi come quelli del 17 Dicembre e di Lunedì 21 Febbraio che dimostrano la piena inadempienza della Provincia di fronte a questi gravosi incidenti".
L’incidente del 21 è avvenuto alle cinque del mattino e "per ore centinaia di veicoli sono rimasti bloccati in superstrada, provocando caos e lunghe code anche sulle strade ordinarie circostanti dove è stato fatto defluire il traffico". La situazione si è sbloccata solo verso le ore 13, "esattamente dopo circa otto ore di forti disagi, rallentamenti e ritardi che hanno fortemente danneggiato gli automobilisti che percorrevano la Fi-Pi-Li per recarsi al lavoro o a scuola, i quali hanno continuato a immettersi sulla Fi-Pi-Li in entrambe le direzioni perché le indicazioni sui display erano carenti di informazioni precise riguardo la lunghezza delle code". In occasione della nevicata del 17 Dicembre 2010, la Giunta Provinciale sostenne che i collegamenti con la Global service - azienda a cui compete la gestione della Fi-Pi-Li - "non avevano funzionato a causa del maltempo ed erano ravvisabili come una delle ragioni che avevano provocato il blocco della Superstrada". Ma lunedì 21 Febbraio, alle ore cinque del mattino e per tutta la giornata, "le condizioni meteo sono state ottime, con cielo sereno e piena visibilità lungo tutto il tratto della Fi-Pi-Li".

Redazione Nove da Firenze