Chiara Muti debutta a Firenze con ''Natura viva''

La Muti interpreta il personaggio centrale di Luce, una giovane donna che rivive quasi medianicamente tre morti simboliche per giustizia, per arte e per amore, quelle di Paolo Borsellino, di Caravaggio e di Antigone.


MAGGIO MUSICALE FIORENTINO — Fedele alla sua tradizione di commissionare opere nuove ad autori italiani, il Maggio Musicale Fiorentino mette in scena al Teatro Goldoni il 15 e il 17 giugno (anteprima per la stampa lunedì 14 alle ore 18), in prima esecuzione assoluta, “Natura viva”, il lavoro creato appositamente per il Festival dal compositore siciliano Marco Betta e dal librettista Ruggero Cappuccio, che ne è anche il regista; sul podio di un ensemble di sedici elementi Aldo Sisillo.

“Opera in un atto per donna sola a Palermo”, come indica l’autore, "Natura viva" vede protagonista Chiara Muti, al suo debutto nella città dove è nata durante gli anni di direzione principale del padre al Maggio, che interpreta il personaggio centrale di Luce, una giovane donna che rivive quasi medianicamente tre morti simboliche per giustizia, per arte e per amore, quelle di Paolo Borsellino, di Caravaggio e di Antigone, “lasciandosi ingravidare – come scrive Cappuccio – dalla luce e dalle ombre di Palermo, in una danza della bellezza, fino alla resurrezione finale”.

Aggiunge Betta: “La musica per quest’opera nasce dalle ceneri e dai frammenti delle musiche di scena per il nostro precedente lavoro con Ruggero Cappuccio, Paolo Borsellino Essendo stato, e l’organico da camera utilizzato è una sorta di omaggio e di esercizio di stile a Il Giro di vite di Britten. Natura viva nasce a Firenze, la città dove ho studiato con Armando Gentilucci: sei donne governano la storia - intorno alla voce recitante protagonista vi sono tre soprani e due mezzosoprani (Rachele Stanisci, Erika Pagan, Nausicaa Policicchio, Sara Allegretta, Chiara Fracasso) -, e dalle parti cantate emergono canzoni popolari, ninne-nanne, madrigali e coralità da tragedia greca”.

Accanto alle voci, anche cinque “fantasmi” (Laura Bandelloni, Chiara Luccianti, Giulia Odori, Jane Taylor, Brunella Visca), cosicchè in scena ci saranno undici figure femminili.

Il nuovo allestimento è firmato da Nicola Rubertelli per le scene e da Salvatore Salzano per i costumi, da Ciro Pellegrino per i video, da Luciano Roticiani alle luci; regista assistente Claudio Di Palma. La durata è di circa 80 minuti.

Biglietti da 25 a 70 euro, 10 euro con MaggioCard under 26, in vendita anche prima degli spettacoli al Teatro Goldoni.

Redazione Nove da Firenze