Artisti e mestieri di strada oggi di fronte a Palazzo Vecchio

Bundu e Palagi (SPC): "Oggi non si voterà il nuovo regolamento, ma è importante la mobilitazione di chi è interessato da questo intervento della Giunta non condiviso. Grave se non li si volesse ricevere"


"Al fianco degli operatori e delle operatrici, sosteniamo l’iniziativa dei mestieri e degli artisti di strada, che stamani hanno voluto manifestare di fronte a Palazzo Vecchio per dire no al nuovo regolamento, che difficilmente troverà spazio durante il Consiglio comunale di oggi". Così Antonella Bundu e Dmitrij Palagi - Sinistra Progetto Comune che proseguono: "Penalizzati oltre che dalla crisi legata alla pandemia, dove il governo non prevede per loro nessun tipo di ristoro, anche dal nuovo regolamento, manifesteranno probabilmente con un ulteriore presidio sotto Palazzo Vecchio, per far sentire le ragioni di intere categorie, o di larga parte di queste. 

La Giunta, dopo un formale inizio di consultazione, si è allineata a una sola parte, per cui nessuna delle proposte delle altri, anche quelle più elementari, è stata recepita nel nuovo regolamento in corso di approvazione.
Per questo, coerentemente con quanto già espresso in tutte le commissioni, eravamo e siamo al fianco della mobilitazione di oggi e chiediamo a tutte le forze politiche di rivedere la loro posizione.

Esprimiamo quindi la nostra solidarietà a madonnari, artisti di strada e pittori ambulanti, garantendo che porteremo la voce della protesta di oggi fin dentro il Consiglio comunale, sperando di trovare unanime ascolto e condivisione".

Redazione Nove da Firenze