Artigianato, Firenze bocciata dall'Unesco

Come "città creative" scelte per l'Italia Biella e Como. Il Comune: "Ne prendiamo atto, siamo sempre a disposizione"


(DIRE) Firenze, 17 giu. - Biella e Como, non Firenze. Il consiglio direttivo della commissione italiana per l'Unesco sceglie due realtà del nord per la rete delle 'Citta' creative' dell'artigianato e boccia il capoluogo toscano. E Palazzo Vecchio "prende atto" del verdetto della commissione "che ha scelto di sostenere città che vedono nella candidatura un possibile, e forse unico, strumento di valorizzazione della propria realta' artigianale". 

Firenze, si spiega, "forte della propria esperienza secolare, è in grado di esprimere ai massimi livelli internazionali il connubio tra creativita' e artigianato". Per questo motivo, l'amministrazione "continuera' a seguire i progetti avviati, chiamando tutti i portatori di interesse coinvolti, con l'obiettivo di proseguire un cammino che ha gia' portato buoni frutti nelle sinergie nate dal percorso avviato per arrivare alla candidatura". Nel frattempo, si aggiunge dal Comune, "in attesa della prossima candidatura e nello spirito che contraddistingue Firenze come città patrimonio mondiale, l'amministrazione mette a disposizione del sistema Unesco la conoscenza e il saper fare della città in tutte le sue multiformi realtà".

Redazione Nove da Firenze