Arrestato per estorsione: chiedeva soldi alla sorella

Dopo i domiciliari ha reperito un posto letto presso un ostello, pretendendo che la sorella gli pagasse la retta mensile


I Carabinieri della Stazione di Firenze Peretola hanno eseguito una ordinanza di misura cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Firenze in data 17 dicembre 2017, nei confronti di un 37 enne, residente a Firenze, pregiudicato, in ordine al reato di estorsione continuata, commesso a Firenze dal 20 novembre. 

In passato l'uomo era già stato sottoposto alla detenzione domiciliare presso l’abitazione della sorella. Successivamente, al termine di questa misura, è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. per il reato di furto commesso alcuni mesi fa. La sorella aveva preferito non ospitarlo più in casa.
Il fratello ha reperito quindi un posto letto presso un ostello, pretendendo che la sorella gli pagasse la retta mensile.
Questo onere si è poi aggravato dal fatto che il fratello oltre al pagamento delle spese alloggiative, pretendeva, con minacce ripetute di andare sotto casa o sul luogo di lavoro del marito, somme in denaro destinate all’acquisto di stupefacenti.

La situazione per la donna, costretta ad aiutare il fratello di nascosto dal marito per non rovinare il suo rapporto coniugale, era divenuta davvero esasperante, e si è vista costretta a chiedere aiuto ai Carabinieri di Peretola, presentando in quella sede la querela nei confronti del fratello.
I militari, immediatamente attivatisi, hanno relazionato alla magistratura inquirente una dettagliata informativa di reato che ha consentito l’emissione dell’ordinanza restrittiva in questione.

Redazione Nove da Firenze