Arrestata Nicoletta Dosio: presidio a Firenze

Protesta davanti alla prefettura in difesa della storica fondatrice del movimento No Tav. Solidarietà da Bundu e Palagi (SPC)


Arrestata ieri Nicoletta Dosio, coordinatrice nazionale di Potere al popolo, e fondatrice del movimento No Tav (uno dei movimenti popolari più longevi della storia del nostro paese) uno dei simboli della lotta contro la costruzione della nuova Torino Lione. L'arresto alla vigilia dell'ultimo dell'anno, a 73 anni, senza richiedere misure alternative. A seguito dell'arresto è stato convocato un presidio, oggi alle 15.30, di fronte alla Prefettura di Firenze.

"Una donna, insegnante di greco e latino, di 73 anni, che ha avuto il coraggio di non chiedere misure alternative al carcere, di fronte al reato di avere delle opinioni. Una posizione politica, la sua contrarietà alla TAV in Val di Susa, condivisa da un intero territorio -dichiarano Antonella Bundu e Dmitrij Palagi del gruppo consiliare di Sinistra Progetto Comune- Tra Natale e Capodanno si consuma un episodio di indecenza politica. Una manifestazione pacifica viene criminalizzata e in nome del profitto (presunto) legato a una grande opera si cerca di svilire una persona per le sue convinzioni, che guardano alla tutela dell'ambiente e alla solidarietà dal basso. Nonostante il periodo di festività, il Paese non rimarrà in silenzio. La manifestazione di Firenze è solo uno degli appuntamenti sparsi in tutta Italia. Se il Sindaco di Napoli esprime la sua vicinanza alla compagna Dosio, il gruppo consiliare della Sinistra di Palazzo Vecchio dà appuntamento a tutte le persone che hanno a cuore la democrazia e la Costituzione di fronte alla Prefettura di Firenze. Ci dichiariamo complici di Nicoletta, come di tutte le compagne e i compagni chiamati a pagare per il loro coraggio".

Redazione Nove da Firenze