Alluvione Arno: corona di alloro dal Ponte alle Grazie per le 37 vittime del '66

foto Agenzia Dire

Il Capo della Protezione civile Borrelli: "Gli interventi realizzati hanno molto ridotto il rischio di un nuovo evento catastrofico"


(DIRE) Firenze, 4 nov. - L'Arno a Firenze fa meno paura: il rischio di un evento catastrofico come quello del 1966 dovrebbe essere ridotto. Ne è convinto Angelo Borrelli, capo dipartimento della protezione civile: "Sono stati fatti lavori importanti e significativi che, sono convinto, faranno la loro parte", sottolinea alla 'Dire' a margine di una delle iniziative organizzate per i 53 anni dalla tragedia.

Ovviamente, aggiunge, "tutto dipende sempre dalla quantità di pioggia che caratterizza il fenomeno. Mi auguro, però, che gli interventi fatti e i sistemi che stiamo mettendo in piedi per la prevenzione non strutturale, penso all'allertamento e le informazioni alla popolazione, possano ridurre gli effetti di eventi estremi". 

Borrelli, il sindaco Dario Nardella, il prefetto Laura Lega e il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, hanno lanciato nell'Arno una corona di alloro dal ponte alle Grazie in ricordo delle 37 vittime della tragedia.
(Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze