"Alto impatto", operazione della Polfer in sei grandi stazioni

Impiegati oltre 300 agenti, identificate 2mila persone. A Firenze e Milano controlli anti-droga e quattro arresti. Le pattuglie si sono avvalse di smartphone di ultima generazione


Oltre 2mila persone identificate, 6 arrestati, 11 indagati, 15 sanzioni amministrative contestate e più di 1.200 bagagli controllati: questo il bilancio dell’operazione ad “Alto Impatto”, che ha impegnato la Polizia ferroviaria in 6 grandi stazioni italiane.

Più di 300 poliziotti della Ferroviaria e molti altri messi a disposizione delle questure interessate, Milano, Roma, Bologna, Firenze, Torino e Napoli hanno attuato dei controlli straordinari insieme alle squadre cinofile, i Reparti prevenzione crimine e i Reparti mobili.

Le pattuglie si sono avvalse anche di smartphone di ultima generazione, per il controllo in tempo reale dei documenti, e di metal detector per l’ispezione di bagagli sospetti. I controlli sono stati estesi anche ai depositi bagagli delle stazioni.

Quattro persone sono state arrestate per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio nelle stazioni ferroviarie di Milano Centrale e Firenze Santa Maria Novella.

A Roma, invece, è stato intercettato e arrestato un cittadino argentino ricercato a livello internazionale per il contrabbando di valuta per circa 120mila dollari, mentre a Torino Porta Nuova ha avuto fine la latitanza di un cittadino rumeno ricercato in tutta Europa per reati contro il patrimonio.

Redazione Nove da Firenze