​Alternanza Scuola Lavoro, scadenza bando: sui banchi il 15 settembre

Per l'anno scolastico 2017-2018 tutti sui banchi venerdì 15 settembre


Beneficiarie del fondo saranno le associazioni temporanee di scopo (ATS) che abbiano come proprio capofila un istituto di istruzione secondaria di secondo grado. Le reti che si verranno appositamente a costituire dovranno essere formate da almeno un liceo, un istituto tecnico e un istituto professionale che interagiscano con almeno un ente pubblico, un'impresa e un organismo di formazione accreditato che operano sul territorio toscano, in modo da incentivare lo scambio di progettualità.

I progetti presentati dalle associazioni temporanee di scopo dovranno contemplare, nella loro pianificazione triennale, ben sei diversi moduli formativi – che si propongono, tra gli altri obiettivi, di favorire l'orientamento e stimolare l'autoimprenditorialità – e due fasi finali di valutazione in termini di ricaduta, sostenibilità e replicabilità, il tutto accompagnato da una costante attività di monitoraggio.

Il 31 maggio 2017 è la data ultima di scadenza per presentare una domanda di finanziamento. Dei progetti consegnati, valutati sulla base di una graduatoria che prevede un massimo di 100 punti, saranno sovvenzionati tutti quelli che conseguiranno un punteggio superiore a 65/100, con singoli stanziamenti a che partono da 100.000 euro fino a raggiungere i 145.000.

Per l'anno scolastico 2017-2018 tutti sui banchi venerdì 15 settembre. La giunta regionale, con una delibera presentata dall'assessore all'istruzione formazione e lavoro Cristina Grieco, ha approvato il nuovo calendario scolastico per le scuole di ogni ordine e grado che hanno sede in Toscana.

L'avvio delle lezioni resta fissato, come sempre negli ultimi anni, il 15 settembre. La fine delle lezioni è prevista per il 10 giugno.

Non è possibile, come per gli scorsi anni, anticipare l'avvio delle lezioni, se non nei casi specificatamente indicati dalla normativa.

Qualora il 15 settembre sia un sabato o un giorno festivo l'avvio dell'attività slitta al primo giorno lavorativo successivo. Se invece cade di venerdì, come quest'anno, le lezioni inizieranno normalmente il venerdì.

Il termine dell'attività sarà anticipato al primo giorno lavorativo precedente nel caso in cui il 10 giugno cada di giorno festivo, o posticipato, se necessario, al fine di garantire almeno 205 giorni di lezione per attività didattica svolta su 6 giorni settimanali, o 172 giorni, per attività didattica svolta su 5 giorni settimanali.

La scuola dell'infanzia avrà termine il 30 giugno 2018.

Queste le festività previste per il prossimo anno: 1 novembre, Ognissanti; 8 dicembre, Immacolata Concezione; 25 dicembre, Natale; 26 dicembre, Santo Stefano; 1 gennaio, capodanno; 6 gennaio, Epifania; Pasqua, Lunedì dell'Angelo, 25 aprile, Festa della Liberazione; 1 maggio, Festa del Lavoro; 2 giugno, festa della Repubblica; festa del Patrono.

Le vacanze natalizie andranno dal 24 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 (compresi).
Le vacanze pasquali, i 3 giorni precedenti la domenica di Pasqua e il martedì immediatamente successivo al Lunedì dell'Angelo, ovvero per il 2018 da giovedì 29 marzo a martedì 3 aprile, compresi.
La festa della Toscana, il 30 novembre di ogni anno, non costituisce data di sospensione delle attività didattiche, né di chiusura delle scuole.

Redazione Nove da Firenze