Al via la sesta edizione di Hubble con sei startup selezionate

36 startup, € 4 milioni di investimenti ricevuti e 140 posti di lavoro creati, il programma di accelerazione cresce costantemente e si conferma un centro di innovazione tra i più ambiti dai giovani italiani, una vera scuola per supportare la creazione di impresa e la trasformazione digitale del territorio.


Il programma di accelerazione Hubble, promosso da Fondazione CR Firenze, Nana Bianca e Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università degli Studi di Firenze sarà presentato online, in diretta live streaming Facebook e LinkedIn il giorno 8 giugno alle 16.00 con tutte le 6 startup selezionate per la sesta edizione. L’emergenza sanitaria globale non ha fermato il programma di accelerazione Hubble, che non solo da il via alla sua sesta edizione, ma è divenuto ancor più centrale in un panorama dove le aziende che intendono avviare percorsi innovativi e realizzare investimenti tecnologici hanno subito gli effetti della inevitabile crisi economica dovuta all’emergenza in essere. L’importanza di aiutare i nostri giovani nella creazione di startup innovative è ulteriormente confermata dalle misure recentemente approvate dal Governo Italiano in materia di agevolazioni fiscali agli investimenti, che oggi possono arrivare fino al 50% del capitale investito. Tutte conferme che investire in startup è una parte fondamentale del futuro di un paese. Finanziato da Fondazione CR Firenze e realizzato con Nana Bianca e con Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università degli Studi di Firenze, il programma di accelerazione Hubble è ormai divenuto una vera e propria scuola di formazione per giovani imprenditori digitali. Con oltre 350 candidature (numero costante per edizione) ed un totale di 700 imprenditori coinvolti, per la maggior parte under 30, la sesta edizione di Hubble si presenta davvero di alta qualità. I 40 progetti ritenuti più meritevoli sono stati invitati a presentare la propria idea davanti ad una commissione di esperti e, dopo un attento processo di screening, sono state selezionate 6 startup per un totale di oltre 24 nuovi imprenditori: EASYPOL, BEATHS, SQUISEAT, E-TAILING, INSPECTOR, TEBIKI. Le startup seguiranno da oggi un programma di accelerazione di circa 20 settimane, che prevede un percorso di formazione imprenditoriale con più di 35 docenti professionisti e ripetuti incontri one to one a cura di Nana Bianca e Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell'Università di Firenze. Le startup selezionate riceveranno inoltre un contributo economico fino a 50.000 Euro ciascuna per sostenere la propria crescita durante la loro fase appunto di accelerazione.

Lanciato a Firenze nel 2017, il programma di accelerazione Hubble cresce concretamente e costantemente, affermandosi sempre più nel panorama italiano ed europeo, con anche alcune digressioni oltreoceano. Dalle candidature ricevute infatti, emerge sempre più l’interesse suscitato a livello internazionale: il 43% delle startup richiedenti ha sede fuori dei confini nazionali, di cui il 12% dall’Asia, l’7% dall’Africa, il 9% dall'America. In tutti i casi è comunque confermata la volontà di stabilire la propria sede a Firenze.

La sesta edizione si arricchisce inoltre di nuove partnership, che contribuiscono a far crescere Hubble e incrementare l’impegno nel creare un ponte tra i talenti e le aziende e finanziare i giovani che puntano a diventare imprenditori. “Hubble è uno dei principali programmi della Fondazione - dichiara Gabriele Gori Direttore Generale della Fondazione CR Firenze. In soli 4 anni sono state messe le basi per costruire a Firenze un ecosistema più accogliente per i giovani che vogliono fare impresa guardando con grande attenzione alla tecnologia. Una vera e propria scuola di formazione a disposizione dei giovani talenti e vicina alle imprese del territorio che possono trovare nuove risorse e lasciarsi contaminare. Questa sesta edizione è particolarmente importante perché vede la luce in un momento così particolare della nostra vita sociale ed economica e sarà anche il primo gruppo di startup che prenderanno le loro postazioni al Granaio dell’Abbondanza, il nuovo hub digitale in centro a Firenze, a partire da dopo la fine dell’estate”.

La didattica si svolgerà nei primi mesi in modalità a distanza, con lezioni online su piattaforme specializzate, poi da settembre anche Hubble si impegnerà a ridare valore a quei processi di crescita che scaturiscono dal contatto in presenza, nel rispetto ovviamente della sicurezza di tutti noi.

Redazione Nove da Firenze