Abusivi alla Stazione Santa Maria Novella: sorpresi a vendere cibo, aggrediscono gli agenti

 Denunciato per lesioni, violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale


Ha offerto specialità peruviane agli agenti di Polizia Municipale in borghese e poi, una volta vista la malaparata, li ha aggrediti cercando di scappare. È stato invece bloccato e per lui è scattato l’arresto.

Il protagonista della vicenda è un cittadino peruviano che con la moglie aveva allestito un banco improvvisato sulla scalinata adiacente alla galleria commerciale di via Alamanni. Gli agenti in borghese del Reparto Analisi e Strategie erano impegnati in un controllo nella zona della Stazione di Santa Maria Novella quando hanno notato cinque zaini pieni di bibite e vaschette di generi alimentari cotti apparentemente abbandonati.
Nel frattempo è arrivato un uomo che ha offerto loro in vendita una bibita e una vaschetta di cibo cotto preconfezionato, presentandolo come specialità peruviana.
Gli agenti hanno finto di accettare l’acquisto del cibo al costo di 6 euro e poi, dopo essersi qualificati, hanno chiesto all’uomo e alla moglie, sopraggiunta poco dopo, i documenti di identità.

La donna, una 45enne peruviana, ha mostrato un permesso di soggiorno scaduto nel 2018, mentre il marito ha detto di non avere documenti, mostrando solo un tesserino sanitario. I coniugi hanno quindi tentato di allontanarsi con gli zaini ma la pattuglia ha subito fermato la moglie mentre il marito è stato bloccato in fondo alla scalinata. A questo punto l’uomo si è ribellato agli agenti: ha gettato contro alcune vaschette di cibo, poi ha strappato con violenza la radio mentre stava chiamando la centrale facendo cadere l'agente a terra. Ha poi aggredito, colpendolo ripetutamente e strappandogli la camicia facendolo cadere ed ha ferito altri due agenti, con offese e minacce rivolte alla pattuglia.

L’uomo è stato bloccato dagli agenti arrivati in supporto e portato presso gli uffici della Polizia Municipale per l’identificazione tramite foto segnalazione. È risultato un 48enne peruviano che non aveva rinnovato la carta di soggiorno. Gli agenti sono stati portati al Pronto Soccorso con referti di 4 e 15 giorni.

L’uomo è stato denunciato per lesioni e resistenza, violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale e arrestato. Stamani si è svolto il processo per direttissima ha stabilito che la convalida del provvedimento cautelare. “Solidarietà e vicinanza agli agenti feriti” è stata espressa dall’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi. “Ringrazio la Polizia municipale - ha aggiunto l'assessore - per il lavoro quotidiano che svolge per il rispetto delle regole e la vivibilità della città”.

Redazione Nove da Firenze