Bassilichi: nel 2007 utile netto di 731.000 euro (+50% rispetto al 2006)


Milano, 27 maggio 2008- Bassilichi ha conseguito nel 2007 un fatturato consolidato di 163,6 milioni di euro con un incremento del 24% rispetto ai 131,9 milioni di euro dell’esercizio precedente. Il Margine Operativo Lordo ha registrato un incremento del 13,1%, passando da 18,9 milioni di euro del 2006 a 21,4 milioni di euro del 2007. Il Risultato Netto è aumentato di oltre il 50% rispetto al 2006 attestandosi su un valore pari a 731 mila euro contro 486 mila euro del 2006.
Le linee di business che contribuiscono a produrre quasi il 60% del fatturato sono essenzialmente la Monetica con il 33%, la Sicurezza con il 15% ed il Back office che ha realizzato circa il 10% del fatturato; la restante parte è composta dal Facility Management, che rappresenta il 38%, e dal Licensing con il 4%.
Negli ultimi cinque anni, dal 2003 al 2007, il fatturato è più che raddoppiato passando da circa 72,2 milioni di euro del 2003 a 163,6 milioni di euro del 2007. Il costante aumento in termini assoluti e percentuali è dovuto a due fattori: l’acquisizione di nuovi clienti soprattutto nel mercato Finance e i maggiori ricavi ottenuti grazie alle iniziative di cross - selling sul parco clienti. Dunque per quanto riguarda la ripartizione del fatturato per industry di riferimento, ad oggi Bassilichi ottiene il 91% dal mercato Finance, il 6% circa dall'Industria, il 2% circa nella Pubblica Amministrazione e l’1% dai Servizi.
Sul fronte delle risorse, si è registrato un aumento del 30% rispetto al 2006 ovvero il totale è passato da 393 a 510 dipendenti, principalmente in seguito alla decisione di rafforzare la catena del valore nelle aree più strategiche.
Le tappe più importanti del 2007
Tra le operazioni più rilevanti che sono state concluse lo scorso anno va annoverato l’aumento del capitale sociale di Bassilichi SpA con l’ingresso di un nuovo investitore, ovvero la Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Nell’ambito dei piani di crescita già attuati e di quelli in fase di realizzazione, questa operazione ha supportato il processo di sviluppo industriale del gruppo oltre a rafforzare il rapporto di partnership sui servizi. All’aumento di capitale dedicato con emissione di nuove azioni hanno deciso di intervenire anche Banca Monte dei Paschi di Siena e la Finanziaria Senese di Sviluppo, quest’ ultima tramite l’esercizio dei warrant. Il patrimonio netto - incluso il risultato dell’esercizio 2007 - è passato da Euro 12,7 milioni a Euro 16,5 milioni. Pertanto il nuovo assetto societario è il seguente:
Famiglia Bassilichi 39,09%
Fondo Sici Centro Invest 16,29%
Finanziaria Senese di Sviluppo 14,14%
Banca Monte dei Paschi di Siena 11,47%
Banca Popolare Emilia Romagna 8,87%
Bassilichi S.p.A. (azioni proprie) 4,11%
Altri 6,03%
Inoltre, nell’ambito di una riorganizzazione delle attività del gruppo, è stata perfezionata l’operazione di fusione per incorporazione della controllata Saped Servizi S.p.A. in altra controllata eBs S.p.A. con semplificazione della struttura della catena partecipativa che ha consentito di ottenere anche maggior efficienza e riduzione dei costi di gestione.
Sul fronte delle strategie di crescita per linee esterne, vanno menzionate due operazioni che hanno permesso a Bassilichi di rafforzare e completare l’offerta.
La prima riguarda l’acquisizione dell’80% della società ISH, attiva nella gestione di servizi di Monetica e Facility Management, che ha incrementato la presenza capillare di Bassilichi sul territorio con la creazione a Bologna di un nuovo centro di eccellenza dedicato agli ATM.
La seconda è la creazione di ABS Technology S.p.A, una nuova società voluta insieme a Elsag Datamat S.p.A. (Gruppo Finmeccanica) di cui Bassilichi detiene il 30%; ABS Technology S.p.A è attiva nella progettazione, installazione e manutenzione di impianti, sistemi tecnologici e servizi informatici e telematici nell’ambito della Sicurezza materiale ed immateriale e consentirà a Bassilichi di consolidare e sviluppare la sua presenza in questo mercato.
Il piano industriale 2008 -2010
Nel corso dell’anno Bassilichi ha predisposto, con il supporto di Bain & Company Italy in qualità di advisor industriale, il piano industriale triennale.
Coerentemente con i trend del mercato di riferimento, sono stati fissati tre obiettivi strategici: acquisizione della leadership in Italia nell’outsourcing dei processi di Monetica e Back Office della filiale bancaria, attraverso una strategia di crescita organica e per linee esterne; internazionalizzazione, a partire dalla copertura delle esigenze di banche clienti in fase di espansione all’estero; penetrazione di industry differenti dal banking con tassi di crescita interessanti, ad esempio quello del gaming.
La strategia definita, includendo la crescita per linee esterne con l’acquisizione di società italiane ed estere operanti nella Monetica e nel Back Office, consentirà a Bassilichi di raggiungere nel 2010 un fatturato stimato in oltre 260 milioni di euro. Per quanto riguarda la crescita per linee esterne, Bassilichi ha firmato all’inizio del 2008 un accordo con DA Sistemi SpA, società leader nel campo dei sistemi di pagamento elettronico, per l’acquisizione del settore dedicato all’erogazione dei servizi. L’operazione consentirà di gestire ulteriori 180.000 POS, portando il parco gestito a 240.000 POS e facendo, dunque, di Bassilichi uno dei principali operatori a livello nazionale con una quota di mercato superiore al 20%.

Redazione Nove da Firenze