Il sociale nel futuro: imprese che fanno economia


Giovedì 16 novembre a Firenze, con inizio alle ore 9, presso la sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi in Via Cavour 1, si terrà il convegno. Introduce Anna Ferretti, presidente del “Consorzio INCISO per l’Impresa Sociale”. Sono stati invitati a intervenire gli assessori regionali competenti per la materia, Ambrogio Brenna (Attività produttive) e Gianni Salvadori (Politiche sociali), oltre ai docenti universitari Pier Francesco Lotito e Paolo Bagnoli. “Il convegno – dichiara Guido Lascialfari, direttore di INCISO – offre l’opportunità di analizzare gli scenari futuri dell’economia in Toscana, con particolare attenzione al contributo che potrà fornire l’Impresa Sociale allo sviluppo della nostra regione”. INCISO è una società consortile fondata nel 2005 per promuovere l’Impresa Sociale in Toscana. Partner di INCISO sono: Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, Confcooperative, Enaip, IAL Toscana, CISL Toscana, Consorzio Irecoop Toscana.

Il progetto INCISO (INCubatore di Imprese Sociali) è un’iniziativa finanziata dall’Assessorato Formazione, Lavoro e Istruzione della Regione Toscana, che ha stanziato fondi per un valore complessivo di € 1.414.000,00.

In un momento in cui è sempre più difficile fare impresa, INCISO si propone il fine di formare una nuova cultura imprenditoriale, che riesca a coniugare le regole della buona gestione aziendale con i criteri dell’etica e della solidarietà. Al fine di creare posti di lavoro per le fasce più deboli, INCISO mira a far partire almeno 16 nuove Imprese Sociali nei quattro cantieri predisposti sul territorio regionale: Arezzo, Empoli, Grosseto, Livorno.

Il progetto INCISO offre un’enorme opportunità di sviluppo per il mondo del sociale e del volontariato, un settore che rappresenta una grande risorsa per la Toscana. Lo dimostrano i numeri degli enti partner del progetto. Le Misericordie vantano 420mila iscritti e centinaia di sedi. A Confcooperative Toscana Federsolidarietà aderiscono 248 cooperative sociali, che muovono un volume d’affari di € 230 milioni e contano 8.700 soci. Acli Toscana vanta 31mila soci e 270 circoli.

La serietà e la funzionalità del progetto è stata riconosciuta anche a livello internazionale. INCISO, infatti, è stato selezionato a rappresentare l'Italia ad Amsterdam al seminario “Building the tools for opening up entrepreneurship to all”, che si è svolto lo scorso mese di marzo.

Redazione Nove da Firenze