Fosdinovo (Carrara): eventi interattivi per radio, sms e web con Teatri della Memoria


A Fosdinovo (Massa Carrara) il 6-7 luglio 2004 avrà luogo il progetto “Teatri della memoria. Narrazioni, ascolti e performing media( eventi interattivi per radio, sms e web)” promosso dall’Amministrazione Provinciale e dall’Azienda di Promozione Turistica di Massa Carrara, con il sostegno del Comune di Fosdinovo.
Una manifestazione intorno all’idea di “memoria”, in particolare quella della Resistenza, perché sia considerata come uno dei principi più attivi di una cultura capace di pensarsi e rinnovarsi.
Spettacoli, incontri, set-radiofonici, ascolti e installazioni interattive, momenti diversi orientati verso l’approccio teatrale e multimediale con una memoria che sappia interpretare la storia e le tradizioni attraverso le diverse pratiche che dall’oralità della narrazione arrivi a sperimentare le diverse soluzioni della comunicazione interattiva.
Il 6 luglio alle ore 15.30 (e poi alle ore 20 e alle 22.30 e in sequenza tutto il giorno dopo, il 7 luglio) si muoverà un percorso teatrale dal Castello Malaspina al Museo della Resistenza: un azione teleguidata via radio diretta dalla Koinè dal titolo “Che Resistenza!”.
Un piccolo gruppo di spettatori armati di cuffie radiofoniche viene condotto in un percorso teatrale che li conduce in un salto nel tempo, per rivivere alcuni stati d’animo legati alle vicende storiche della Resistenza.
Un viaggio emozionale e sensoriale nella memoria.
Alla fine del percorso alle ore 16,30 è in programma una visita guidata al Museo della Resistenza di Fosdinovo basato sull’allestimento interattivo di Studio azzurro in s’espongono le storie dei protagonisti della lotta partigiana di quel territorio, tra la Lunigiana e le Apuane.
Alle ore 18, presso laTorre Malaspiniana, si svolgerà un Incontro in forma di set radiofonico, su “I teatri della memoria: emozioni e tradizioni nella società dell’informazione”
Alle ore 21.30, nel bosco di castagni dietro il Museo della Resistenza, andrà in scena “Radio Clandestina” di Ascanio Celestini.
Il giorno dopo continua il percorso via radio.

Redazione Nove da Firenze