Terza parte di “Forme del narrare”


Dal 12 aprile p.v. riprende il ciclo di incontri, seminari e laboratori di scrittura, del progetto FORME DEL NARRARE. De-scrivere l’altro, altre de-scritture organizzati dall’associazione culturale GRAFIO con il contributo dell'Assessorato alla Cultura della Provincia di Prato.
Ideato come un “viaggio” non folcloristico che invita, attraverso vari incontri con i protagonisti della letteratura interculturale, alla riflessione sulla nostra e la altrui identità e alla conoscenza delle principali culture immigrate in Italia, Forme del narrare ha visto la partecipazione di autori come Christine Wolter, Slavenka Drakulic, Assia Djebar, Carmine Abate, Lulu Wang, Muin Madih Masri, Romano Màdera e Marc Augé che tornerà in questa terza parte. Il viaggio nel rapporto tra culture prosegue ora con altri ospiti d’eccezione, tra scrittori e studiosi, chiamati a riflettere su come la loro cultura rappresenta il mondo, con particolare attenzione per l’Africa e l’Estremo oriente: oltre a Marc Augé, saranno a Prato Geneviève Makaping (Cameroun), Kader Abdolah (Iran), Carlo Sini, Moses Isegawa (Uganda).
Come di consueto, il progetto, che si svolgerà al Palazzo Novellucci di Prato, si divide in tre momenti: le conferenze e i seminari di scrittura con gli autori (le conferenze sono a ingresso libero, i seminari a iscrizione), e i laboratori di scrittura per giovani immigrati e italiani, raccolti sotto il titolo Da nessuna parte e ovunque, sulla rappresentazione del territorio in cui viviamo, in via di realizzazione grazie alla collaborazione con il progetto regionale L’Albero della salute, ideato e curato da Elisabetta Confaloni.
Per informazioni e iscrizioni: Associazione culturale GRAFIO via Fra’ Bartolomeo, 39, 59100 Prato Tel/Fax 0574/28173 email grafiols@tin.it

Redazione Nove da Firenze