A Greve in Chianti apre il Bar di tutti: #PostAzione il Caffè sociale

Nell'ex Circolo Mcl grazie alla cooperativa La Stadera, la Parrocchia, il Comune di Greve e le centinaia di sostenitori con le loro donazioni. Inaugurazione sabato 28 settembre alle 18 alla presenza dell'assessore regionale Saccardi


Greve in Chianti, 26 settembre 2019. La cultura della pluralità fa parte della natura di #PostAzione. E’ scritto, anzi firmato, nel suo codice genetico da centinaia di cittadini. Lo spazio aspira a diventare il bar di tutti, un’officina aperta all’espressione delle diverse identità, un laboratorio creativo in cui crescere, socializzare, coltivare passioni e senso di appartenenza alla comunità. 

#PostAzione spunta come un sogno disegnato da alcuni e si traduce in una realtà concreta, finanziata e condivisa da un intero territorio, pronto ad accogliere la sua ordinaria diversità. Grazie ai promotori, la cooperativa La Stadera, la Parrocchia e il Comune di Greve, e alle centinaia di sostenitori provenienti da più parti della Toscana che con le loro donazioni hanno mostrato un segno di profonda civiltà, sensibilità ai bisogni dei più deboli e attenzione ai nuovi esperimenti di vita sociale e interattiva, il bar #PostAzione si prepara ad aprire i battenti. Sarà una grande festa, un successo della sinergia che mette insieme risorse e competenze di enti pubblici e soggetti privati, quella che inaugurerà il locale con un aperitivo, arricchito da musica e allegria, sabato 28 settembre alle ore 18 in viale Vittorio Veneto.

“Il merito di quello che consideriamo un importantissimo obiettivo raggiunto va a coloro che ci hanno creduto fin dall’inizio e ci hanno affiancato lungo tutto il percorso, sostenendoci nei momenti di difficoltà, – dichiara il presidente della Cooperativa La Stadera Marco Burberi - e che ringraziamo di cuore, mi riferisco alla Parrocchia, in particolare Don Flavio Rossetti, e al Comune, nella persona del sindaco Paolo Sottani. Ma se siamo riusciti a passare dalle carte al cantiere, realizzato e concluso, molto si deve alla generosità dei tantissimi cittadini, associazioni e realtà locali regionali, alle istituzioni che lo hanno sostenuto in varie forme”.

Il bar nasce da un intervento di ristrutturazione che ha permesso di rinnovare spazi e funzioni nei locali dell’ex Circolo Mcl di Greve in Chianti. Il progetto è stato elaborato dall’architetto Cristiano Cosi. Il sindaco Paolo Sottani rimarca l’importante connotazione sociale dell’intervento. “L’inclusione è il punto di partenza di questo nuovo spazio che metterà al centro le persone – spiega il primo cittadino – un luogo di incontro e aggregazione, aperto e fruibile da tutti, finalizzato a costruire occasioni, opportunità e servizi nell’ambito di un progetto sociale e culturale di alto profilo. Si potrà prendere semplicemente un caffè e incontrarsi con gli amici, si potrà fare molto di più, attività laboratoriali ed educative rivolte ai ragazzi e ai giovani del territorio con particolare attenzione alla disabilità e al disagio sociale. Un particolare ringraziamento alle decine di aziende del nostro territorio che hanno contribuito economicamente, fornendo materiali o partecipando direttamente alla realizzazione dei lavori”. Il progetto potrà ampliare l’offerta dei servizi con attività e laboratori che risponderanno alle esigenze specifiche dei giovani coinvolti.

All’evento inaugurale saranno presenti l’assessore regionale al Diritto alla Salute Stefania Saccardi, il sindaco Paolo Sottani, il parroco Don Flavio Rossetti, il presidente della Cooperativa La Stadera Marco Burberi, il presidente del Comitato Progetti di Solidarietà e di Promozione Sociale di Autostrade per l'Italia Francesco Avallone, l’assessore alle Politiche sociali di Greve in Chianti Ilary Scarpelli, l’architetto Cristiano Così dello Studio Mud Architetti.

Redazione Nove da Firenze