Rubrica — Siena Calcio

A cena nella tana dei Fedelissimi aspettando l'Arezzo

il gruppo dei Fedelissimi ieri sera a cena

Ieri l'incontro conviviale del Siena club Fedelissimi. Quasi propiziatorio per la prima vittoria casalinga in campionato:protagoniste le trote di Magi


Gli ingredienti c'erano tutti. Il desiderio di stare insieme, la voglia di sorridere insieme all'immancabile amore per la Robur.

Benvenuti alla cena del Siena club Fedelissimi alla quale ha partecipato anche Nove da Firenze. Piatto forte le trote pescate dall'esperto Fabrizio Magi che, per il settimo anno consecutivo, ha messo a disposizione il frutto del suo hobby quarantennale per un incontro conviviale che, questa volta, ha voluto essere anche un po' propiziatorio: domani la sfida con l'Arezzo che può voler dire, finalmente, prima vittoria in campionato tra le mura amiche e rilancio in graduatoria.

Il presidente del club, Lorenzo Mulinacci, non ha dubbi: "abbiamo alle porte un appuntamento da non fallire che può dare finalmente, anche a livello morale, la spinta giusta". 

Il sito ufficiale del club rilancia con un appello, a tutti i tifosi che si recheranno in curva Lorenzo Guasparri, ad entrate 40 minuti per caricare la squadra per quella che si ritiene più di una partita.

Intanto però, i cuochi dalla cucina annunciano che il menù di pesce è pronto per essere servito e circa 50 tifosi, tra giovani anziani e anche simpatiche signore, mettono, per un attimo, da parte il rettangolo verde per lanciarsi nel campo delle delizie culinarie.

A spiegarci l'aspetto tecnico della serata l'accogliente signora Magi che ha avuto, il tempo e la pazienza, di preparare per la cottura tutte le trote: "sono di tipo fario, iridea e macrostigma. Tutte pescate in piccoli torrenti delle zone del grossetano, amiata e chianti. Lo sapeva? La presenza delle trote certifica che l'acqua sia pulita".

Terminiamo la cena consapevoli di aver mangiato davvero bene ospiti di un ambiente sano che, il prossimo anno, festeggerà il 50° anno di vita: un bel traguardo per una realtà che ha come fondamento il tifo condiviso per la squadra del cuore ma quale presupposto l'obiettivo di creare coesione sociale, solidarietà e, perchè no, sana amicizia.


Siena Calcio — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro — Pugliese di origine e senese di adozione è giornalista pubblicista, operatore dell'informazione nel pubblico impiego e scrittore. Potete scrivergli a tonio.saponaro@virgilio.it

E-mail: tonio.saponaro@virgilio.it