A 10 anni dall'inaugurazione il Parco di Mantignano è ancora chiuso

Interrogazione di Sinistra Progetto Comune. Chiusura completa ieri al Parco di Villa Favard, senza alcuna motivazione


In Consiglio comunale, a luglio, la maggioranza ha bocciato una mozione di Sinistra Progetto Comune, con cui si chiedeva all'Amministrazione di impegnarsi per una rapida apertura del Parco di Mantignano. L'area versa infatti in una condizione di abbandono, con rifiuti sparsi che non vengono tolti.

"Il tutto è aggravato dalla presenza di un impianto di potabilizzazione di Publiacqua, privo di un presidio che ne garantisca la sicurezza in presenza 24 ore su 24, difeso da sole due telecamere presso gli ingressi principali e in cui si evidenziano vandalizzazioni alla recinzione e ad una struttura all'interno -scrivono Dmitrij Palagi, Antonella Bundu - consigliere e consigliera comunale di Sinistra Progetto Comune, Filippo Zolesi - consigliere del Quartiere 4 SPC, Donella Verdi - Sinistra Italiana Firenze- Dopo la bocciatura della nostra richiesta, abbiamo chiesto conto alla Giunta dei tempi per il completamento dei lavori per il Parco di Mantignano. Se va tutto bene entro fine anno verranno approvati i progetti, che andrebbero poi a gara nel 2021... insomma con un piccolo sforzo l'Amministrazione può davvero puntare ai dieci anni dalla prima inaugurazione, nel 2002, con Matteo Renzi Sindaco... Nel 2012 una nuova cerimonia! Ma in attesa di questi interventi si vuole lasciare l'area come discarica di oggetti abbandonati e incrociare le dita che niente avvenga all'impianto? Anche perché Firenze Riparte a Sinistra, con Tommaso Grassi, Donella Verdi e Giacomo Trombi, aveva più volte sollevato il tema, sentendosi sempre ripetere che i rifiuti sempre presenti sarebbero stati rimossi... ben oltre i confini della realtà! Quindi possiamo concludere che l'unica sicurezza per il Parco di Mantignano è l'insicurezza? Poi ci si stupisce del consenso che trovano le destre, utilizzando queste situazioni per coltivare le loro campagne di odio".

Sempre a proposito di parchi fiorentini un lettore di Nove da Firenze documenta fotograficamente la chiusura completa ieri del Parco di Villa Favard, senza motivazioni esposte: "Completamente chiuso in tutti e tre i suoi cancelli di accesso, i due su Via Rocca Tedalda e l’altro su Via Aretina, senza esporre alcuna motivazione sui medesimi, benché il parco si presenti in situazione di assoluta normalità, e ciò precludendo l’accesso anche alla sede del Conservatorio Musicale Luigi Cherubini -spiega alla nostra redazione Marco Panti-  Poiché telefonando agli uffici comunali addetti nessuno sa dare una motivazione della chiusura dei cancelli in questione, sembra assai probabile che tale situazione sia da imputare alla gestione degli addetti alle loro aperture, e dei loro responsabili. Ciò arrecando danno all'utenza del pubblico servizio sia di accesso al parco che al conservatorio".

Redazione Nove da Firenze