Tempi di lavoro: domani sciopero di camionisti e autisti

Presidio dei lavoratori con Cgil-Cisl-Uil di categoria in via Cavour davanti alla Prefettura. Appuntamento per i precari di Terza Fascia della scuola a Scandicci il 16 gennaio


Firenze, 13-1-2019 - No alla modifica dei tempi di guida e riposo, sì alla sicurezza stradale: le Segreterie Nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti dichiarano sciopero nazionale per tutto il settore autotrasporto merci per l’intera giornata di domani lunedì 14 gennaio. Il prossimo 10 gennaio la Commissione Trasporti Europea voterà l’intesa del Consiglio dei Ministri dei Trasporti Ue sul Mobility Package che, nei giorni successivi, sarà sottoposta al voto del Parlamento Europeo. Per i sindacati, va fermata ogni modifica del Regolamento 561/06, perché il rischio che corrono i conducenti di mezzi pesanti è quello di vedere peggiorate le proprie condizioni di vita e lavoro. La modifica del Regolamento prevede infatti la possibilità di distribuire in modo squilibrato i tempi di guida e riposo, con la concentrazione del riposo lungo nella quarta settimana determinando perciò un allungamento dei tempi di lavoro nelle prime tre settimane. Una distribuzione squilibrata dei tempi di guida e riposo significa impattare in modo diretto sulle condizioni di lavoro: più fatica, meno concentrazione, più difficoltà di recupero. Significa meno sicurezza per i lavoratori e per tutti gli utenti della strada. L’iniziativa di mobilitazione è contro la modifica dei tempi di guida e riposo, per la sicurezza stradale, per il divieto totale del riposo in cabina. In Toscana, domani lunedì 14 gennaio saranno interessati dallo sciopero oltre mille lavoratori: è previsto un presidio di sindacati e autisti dalle 10:30 alle 12:30 a Firenze in via Cavour sotto la Prefettura.

Dopo alcune manifestazioni dei docenti precari svoltesi a Firenze nei mesi scorsi, il nuovo anno vede la protesta dei docenti precari di terza fascia con servizio salire di tono. Il 16 gennaio a Firenze dalle ore 8 alle 12  assemblea regionale UIL presso l'auditorium dell'Istituto Russell - Newton di Scandicci, con la partecipazione del segretario organizzativo UIL Scuola Firenze. Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori e neo Coordinatore Uil Scuola Precari, che invita alla partecipazione massiccia i colleghi che "rischiano di perdere il lavoro a causa della legge approvata nel Def che riforma, ancora una volta, le regole del reclutamento". All'assemblea parteciperanno non meno di 300 docenti, che forse non riusciranno neppure a trovar posto nell'auditorium del Russell Newton, che pure è il più grande tra tutte le scuole della provincia di Firenze.

Lunedì 21, sempre per l'intera mattina, sarà la volta della FLC CGIL, che convoca tutti i precari della provincia di Firenze nell'auditorium dell'Istituto Buontalenti di Via S. Bartolo a Cintoia.

Redazione Nove da Firenze