Sub morti, c'è un indagato. Mercoledì le autopsie

Si tratta del titolare del diving che ha messo a disposizione le bombole


GROSSETO - Sarà sottoposta a perizia la strumentazione che registra i dati relativi alle immersioni, durata, soste e spostamenti, una sorta di scatola nera, che stavano usando i tre sub morti domenica mattina nel corso di una immersione alle isole Formiche di Grosseto. 

Intanto come atto dovuto, la procura ha iscritto nel registro degli indagati il titolare del diving che ha messo a disposizione le bombole utilizzate quella tragica mattina dai subacquei umbri. Questo poiché mercoledì mattina si svolgerà l'autopsia sui tre corpi, e l'indagato può a propria volta nominare un consulente di parte che possa partecipare all'esame peritale sulle salme. 

Redazione Nove da Firenze