Spi Cgil Toscana, Alessio Gramolati nuovo segretario

Una lunga storia all'interno del sindacato, con due mandati come segretario generale regionale, prende il posto di Daniela Cappelli passata alla Segreteria nazionale


.Firenze, 9 luglio 2019.- L’Assemblea generale dello Spi Cgil Toscana (che si occupa dei pensionati) riunita oggi all’Hotel Albani a Firenze ha accolto la proposta del Segretario generale dello Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti e ha eletto con il 97,6% dei voti favorevoli Alessio Gramolati Segretario generale dello Spi Cgil Toscana. 91 gli aventi diritto al voto, 73 i votanti, 71 i voti favorevoli (97.6%), 2 i contrari.

Gramolati – una lunga storia all’interno della Cgil, dall’iscrizione al Sindacato nel 1975, ai due mandati come Segretario Generale della Cgil Toscana, fino al 2015 – sostituisce Daniela Cappelli, che a marzo di quest’anno è passata alla Segreteria nazionale dello Spi Cgil.
“Porterò con me un bellissimo ricordo di questi anni, la consapevolezza che abbiamo fatto un buon lavoro e che questo lavoro sarà continuato. Auguri al nuovo Segretario”, ha detto Daniela Cappelli salutando l’Assemblea.
All’Assemblea generale erano presenti anche il Stefano Landini della Segreteria Spi Cgil Nazionale e la Segretaria generale della Cgil Toscana Dalida Angelini.

CURRICULUM
Alessio Gramolati è nato nel 1958 a Rufina (Firenze).Nel 1975 lavora come apprendista in una piccola azienda metalmeccanica, dove si iscrive alla Cgil. In seguito passa all’azienda fiorentina ECS, che opera nel settore della meccanica strumentale, come operaio e poi impiegato, frequentando le scuole serali, per poi divenire delegato nel consiglio di fabbrica. Nel 1980 entra nel Comitato Centrale della Fiom. Dal 1987 è funzionario a tempo pieno della Fiom fiorentina e nel 1992 ne viene eletto Segretario Generale.
Il 2000 viene eletto Segretario generale della Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze e nel 2006 viene riconfermato in occasione del VI Congresso provinciale della Cgil Firenze.
Nel 2007 viene eletto Segretario Generale della Cgil Toscana, incarico che svolge per due mandati, fino al 2015.
Successivamente assume l’incarico di responsabile del coordinamento Politiche industriali, al quale si affianca poi quello di responsabile dell’Ufficio Progetto Lavoro 4.0, sempre per la Cgil nazionale.
Ha curato e collaborato a numerosi libri. Fra gli altri “Il lavoro 4.0. La Quarta Rivoluzione industriale e le trasformazioni delle attività lavorative” insieme ad Alberto Cipriani e Giovanni Mari (ed. Firenze University Press, 2018) e, insieme a Gaetano Sateriale, “Contrattare l’innovazione digitale” (Ediesse, 2019).

Redazione Nove da Firenze