SPC, soccorso agli antifascisti condannati a pagare i danni

Palagi e Bundu (Sinistra Progetto Comune): “Lanciata la raccolta fondi per sostenere le spese delle 15 persone condannate a dover pagare 45.000 euro per aver manifestato pacificamente nel 2013, in risposta all'aggressione fascista a due minorenni”


“L'antifascismo non può essere usato a fini elettorali. Deve vivere nella quotidianità, è un modo per sapere da che parte schierarsi e quali valori difendere.

Ridurre la Resistenza a celebrazione del passato è il modo peggiore per ringraziare chi ha liberato il Paese e lo ha riscattato arrivando alla proclamazione della nostra Repubblica.
A giugno di questo anno – ricordano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – 15 persone sono state colpite da una sentenza che ha chiesto loro 45.000 €. Una condanna che si aggiunge a un clima repressivo generale pericoloso e da respingere, attraverso la pratica della solidarietà.
Unità e organizzazione sono le uniche possibilità di chi non ha altri mezzi per difendere i diritti e rispondere ai propri bisogni.
Non abbiamo mai fatto mancare la nostra solidarietà e il nostro appoggio a Firenze Antifascista. Oggi viene lanciata una campagna di raccolta fondi, a cui aderiamo, chiedendo a tutta la cittadinanza di fare lo stesso.
Queste 15 persone – concludono Palagi e Bundu – sono infatti colpevoli di aver manifestato, senza alcun episodio di violenza o di tensione, assieme a tante e tanti altri, nel 2013, per rispondere all'aggressione di due minorenni per mano dell'estrema destra.
Ecco il link per partecipare alla raccolta fondi: https://gf.me/u/ydncuv

Redazione Nove da Firenze