Sicurezza stradale: da lunedì al via i lavori per la nuova rotatoria di piazza Mattei

Ecco i cantieri stradali della prossima settimana. Restringimento di carreggiata nel sottopasso di viale Strozzi, Forza Italia: “Da oltre un mese le transenne per non si sa quale problema, e il traffico ne risente”. L'assessore ai lavori pubblici Giorgetti: «Colpa di un'infiltrazione di acqua»


Inizieranno lunedì 16 luglio i lavori per la realizzazione della nuova rotatoria di piazza Mattei. L’intervento rientra tra quelli previsti dal Progetto David per il miglioramento della sicurezza stradale anche sulla base delle criticità dell’intersezione della piazza con via Panciatichi, via Barsanti e via delle Tre Pietre evidenziate dal Quartiere 5 e della Polizia Municipale. “Con questo intervento diamo una risposta importante alle esigenze di sicurezza stradale – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti – e al tempo stesso riqualifichiamo la zona e rinnoviamo l’impianto di illuminazione pubblica”. Il progetto, per il quale sono stati stanziati 609.220 euro, prevede la realizzazione di una rotatoria tra via Panciatichi e via Barsanti che, insieme alle modifiche e alla riqualificazione della viabilità e delle aree a parcheggio, modificherà la circolazione migliorando la sicurezza. Nella progettazione della rotatoria e della viabilità è stata dedicata una particolare attenzione al transito dei convogli per carichi speciali in uscita e in ingresso degli stabilimenti del Nuovo Pignone. Previsti inoltre il recupero a verde di complessivi 1.100 metri quadrati (tra aiuole, isole spartitraffico e la parte centrale della rotatoria) e la piantumazione di nuovi alberi, la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali, la riqualificazione dell’area antistante del cimitero comunale (con una nuova zona a verde alberata, una nuova pavimentazione in corrispondenza dell’ingresso monumentale e della fermata del bus), il rinnovo dell’impianto dell’illuminazione pubblica. I lavori saranno articolati in fasi successive con provvedimenti sulle strade interessate: da lunedì previsti restringimenti di carreggiata. Termine previsto dei cantieri dicembre prossimo.

Lavori notturni al Viadotto dell’Indiano: dal 16 al 31 luglio ci saranno infatti i cantieri per la sostituzione di giunti, con divieto di transito dalle 21 della sera alle 6 del mattino nel tratto da via Pistoiese a via Gori. Questo uno dei principali cantieri stradali della prossima settimana a Firenze.

“Da oltre un mese, nel sottopasso di viale Strozzi sono comparse le transenne di SaS, non si sa per quale motivo. Nessun cartello che spieghi la durata dell’intervento di manutenzione, in un sottopasso aperto e inaugurato in pompa magna poco più di un anno fa. E’ questa l’efficienza nel realizzare opere pubbliche che dovrebbero invidiarci in tutta Italia, come dice il sindaco Nardella?”. Questa la dichiarazione del capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai. “Il sottopasso è cruciale per il traffico intorno alla Fortezza – aggiunge il capogruppo azzurro –, possibile che non si possa risolvere rapidamente un problema che di certo non si sarebbe dovuto verificare in una struttura appena realizzata? Nel frattempo, con buona pace del nostro volenteroso sindaco, i cantieri per la linea 2 sono sempre lì, fermi. E i fiorentini che non hanno la fortuna di poter partire per una vacanza al mare o in montagna continuano a stare in coda. Un altro esempio dell’inefficienza e inadeguatezza di questa amministrazione”.

«Il restringimento di carreggiata si è reso necessario per eseguire una serie di controlli su un'infiltrazione di acqua sotto il manto stradale di cui non era chiara la provenienza». Così l'assessore alla mobilità e ai lavori pubblici Stefano Giorgetti replica al consigliere di opposizione Jacopo Cellai. «I tecnici del Comune e quelli di Tram si sono messi subito al lavoro – ha ricordato l'assessore – e sono stati effettuati dei carotaggi per capire bene il motivo di queste infiltrazioni visto che non si tratta dell'acqua di una falda». «La prossima settimana – ha concluso – avremo i risultati dei controlli e le imprese saranno in grado di intervenire per eliminare il problema e ripristinare la normale viabilità. Prima di fare un intervento occorre eliminarne le cause».

Redazione Nove da Firenze