Sicurezza stradale: continuano i controlli della Polizia Municipale

12 veicoli scoperti senza assicurazione dalle pattuglie del distaccamento di Rifredi. Maximulte per il proprietario di uno scooter travestito da e-bike. Stella (FI): "Firenze sarà invasa da nuovi autovelox con limite 30 km/h, è una vergogna". Torselli (capolista FdI): "Sempre i soliti, Nardella fa cassa con i soldi dei fiorentini"


Firenze, 8 settembre 2020- Uno scooter travestito da e-bike, un’auto immatricolata all’estero mai regolarizzata, un patente scaduta nel 2018 e non rinnovata. Sono questi alcuni dei casi emersi nel corso dei controlli mirati alla sicurezza stradale effettuati nei giorni scorsi dal distaccamento di Rifredi della Polizia Municipale. 12 i veicoli trovati senza assicurazione di cui 4 fermati mentre circolavano con notifica della sanzione in diretta (868 euro, taglio di 5 punti-patente e sequestro del mezzo). Per gli altri, scoperti mentre erano parcheggiati, è scattata la rimozione fino alla depositaria e la multa sarà notificata al proprietario (di questi 5 nella zona del Nuovo Pignone). 19 le sanzioni elevate per mancato uso di cinture di sicurezza, utilizzo del cellulare e transito con il semaforo rosso mentre sono stati quindici i mezzi multati per la sosta su attraversamenti pedonali o in situazioni in cui creavano intralcio al transito del trasporto pubblico.

Tra gli episodi da segnalare il caso di un 41enne italiano fermato nella zona di San Piero a Quaracchi alla guida di un’auto immatricolato all’estero: gli agenti hanno rilevato che, nonostante l’uomo fosse residente in Italia dal 2011, non aveva effettuato la variazione di immatricolazione del veicolo: oltre alla sanzione da 712 euro sono scattati anche il sequestro della vettura, il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di non circolare fino all’avvenuta regolarizzazione.

E anche quello di un italiano fermato alla guida di un ciclomotore non assicurato: quando gli agenti hanno chiesto all’uomo questi ha dichiarato di averla perduta mostrando una denuncia di smarrimento fatta 20 giorni prima dai Carabinieri. Ma da ulteriori accertamenti è emerso che la patente era scaduta nel 2018 e non era stata rinnovata perché l’uomo non si era presentato alle visite mediche necessarie. Per questo l’uomo, oltre alle multe per mancanza di assicurazione e guida con patente scaduta (155 euro), è stato anche denunciato per falso ideologico in atto pubblico. Infine gli agenti si sono imbattuti anche in un ciclomotore elettrico travestito da e-bike. La pattuglia ha infatti notato un uomo che a bordo di un mezzo elettrico a pedonali circolava senza utilizzare i pedali. Accortosi della presenza degli agenti ha iniziato a pedalare ma questo non gli è bastato per evitare il controllo. La verifica ha evidenziato come in realtà si trattasse di un ciclomotore che prendeva il moto dalla manopola di acceleratore posta sul manubrio senza l’utilizzo dei pedali. Senza contare che forma e dimensioni erano quelle di uno scooter con tanto di frecce, luci anabbaglianti e abbaglianti, stop. E che nel manuale d’uso e manutenzione trovato nel bauletto il mezzo era identificato in maniera inequivocabile. L’uomo ha cercato di giustificarsi dicendo di averlo acquistato come bicicletta elettrica ma questo non gli ha evitato la maximulta da 5.000 euro per guida senza patente a cui si sono aggiunte le sanzioni per la mancanza di assicurazione (868 euro e sequestro del mezzo), targa (76 euro), carta di circolazione (154 euro) e del casco (81 euro).

"Firenze verrà invasa a breve da nuovi autovelox che potranno essere collocati anche sulle vie urbane che non siano grandi arterie di scorrimento o viali, e con una velocità massima di 30 km/h. Trovo vergognoso che i Comuni, e il Comune di Firenze in particolare, in un momento grave per l'economia come quello attuale, spendano i soldi pubblici per acquistare decine di nuovi autovelox, e pensino solo a fare cassa tramite le multe, invece di aiutare economicamente cittadini e imprese messi in ginocchio dal Covid". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali nel collegio di Firenze 1. "La norma - ricorda Stella - è contenuta nel decreto Semplificazioni votato il 4 settembre al Senato, e che dopodomani andrà alla Camera per l'approvazione. Crediamo che sia una norma sbagliata. E comunque, prima di applicare queste nuove disposizioni, ci vorrà un decreto del prefetto; e poi il sistema dev'essere omologato e tarato annualmente. Non solo: come ha stabilito la Cassazione, ci si deve riferire a entrambe le corsie di marcia, altrimenti il rilievo è impugnabile. Trovo che sia veramente inaccettabile questa volontà dei Comuni di fare cassa sulle spalle dei cittadini fingendo di preoccuparsi per la sicurezza stradale. In realtà l'obiettivo è rimpinguare l'Erario comunale, come dimostrano le 400 multe in dieci giorni comminate da quando sono cambiate le norme di accesso alla ZTL".

Autovelox su strade urbane. Torselli (capolista FdI): “Nardella e il Governo Conte mettono le mani nelle tasche dei cittadini anziché sostenere la ripresa economica”“Sorprende che proprio adesso il Governo giallo-rosso abbia stabilito che è possibile installare autovelox anche nelle strade urbane e sorprende ancora di più l'esultanza della giunta Nardella. Il problema esiste da anni ma il fatto che sia stato deciso proprio ora fa pensare che l'intenzione dell'esecutivo non sia quella di garantire la sicurezza dei cittadini, bensì di mettere le mani nei loro portafogli. Questa decisione sembra proprio un escamotage per rimpinguare le casse delle amministrazioni comunali che sono in rosso a causa dei mancati introiti subiti durante i mesi del lockdown. Il Governo Pd-5 Stelle anziché pensare alla ripresa economica, mette a punto un sistema per fregare ancora una volta i cittadini”. E' il commento di Francesco Torselli, capolista di Fratelli d'Italia a Firenze per il Consiglio Regionale, dopo aver appreso delle modifiche al codice della strada che saranno introdotte dal decreto semplificazioni.

Redazione Nove da Firenze