Primavera Viola regina di Coppa: battuto il Verona

foto concessa da Violachannel

Decisiva una rete di Dutu a inizio ripresa. Successo meritato della Fiorentina che fa il bis dopo il trionfo dell'anno scorso. La gioia di Commisso: "Vorrei abbracciarvi uno a uno"


Con un colpo di testa del romeno Dutu al 55' la Fiorentina Primavera vince la Coppa Italia per il secondo anno consecutivo. Dopo il Torino, l'anno scorso, nel 2020 è toccato al Verona soccombere davanti ai viola nel campo neutro di Reggio Emilia. Ha arbitrato una donna, Maria Marotta della sezione di Sapri (Salerno).

La partita è stata controllata abbastanza agevolmente dai viola di Aquilani, in panchina dopo l'esonero qualche settimana fa di Bigica che aveva portato la squadra alla finale.

La rete di Dutu è stato il logico epilogo di un andamento di gara abbastanza equilibrato ma "spostato" dalla parte dei viola che hanno controllato di più il gioco e avuto maggiori occasioni da rete rispetto ai gialloblu pericolosi nel finale con Bertini. Bravo Brancolini a salvare.

Molto contento il patron Rocco Commisso che ha seguito la gara dagli States.

"Grazie ragazzi, siete stati bravissimi! E’ stato bellissimo vedervi alzare al cielo la coppa!
Vorrei abbracciarvi tutti, a uno a uno, per la conquista di questo trofeo!
Un grande risultato che per voi rappresenta solo l’inizio di quella che vi auguro sarà una carriera che vi regalerà le soddisfazioni e gli obiettivi che immaginate e che meriterete.
Complimenti al Mister Aquilani e al suo Staff. Ci siamo sentiti prima della gara con tutti, non avrebbe potuto iniziare meglio il suo nuovo incarico.
Non voglio dimenticare anche Emiliano Bigica, è grazie al suo prezioso lavoro se abbiamo avuto oggi la possibilità di poterci giocare questa finale.
Ottenere risultati nel Settore Giovanile è molto importante. Il calcio a questo livello è ancora un sogno e una speranza.
Noi abbiamo intenzione di mettere delle basi importanti, per fare crescere calciatori e calciatrici sia dal punto di vista atletico che umano.
Il centro sportivo di Bagno a Ripoli nascerà, speriamo, anche con questi obiettivi.
Dedico questo primo trofeo ai ragazzi e a tutto il gruppo che lo ha meritatamente conquistato, a tutta la Famiglia Viola e ai nostri tifosi, come segnale di buon auspicio per la stagione che sta per iniziare".

Redazione Nove da Firenze