Potenti (Lega): "Governo non abbandoni negozianti sui protesti"

Commercio, l'onorevole del Carroccio dalla parte della categoria


"Lo scorso lunedì alcuni membri della maggioranza hanno ascoltato le rimostranze del Comitato COMMERCIANTI UNITI e di APIT Associazione Partite Iva scesi in piazza a Siena per sollevare l'attenzione sul problema dei protesti dei titoli di pagamento emessi dal 9 aprile".E' quanto dichiara l'On. Manfredi Potenti, deputato toscano della Lega e membro II Commissione Giustizia. "Come rappresentante dell'opposizione - prosegue Potenti - ero presente alla manifestazione in piazza del Campo per far sentire la mia personale vicinanza a queste categorie martirizzate dalla crisi ed abbandonate dall'esecutivo. Purtroppo, ad oggi, nonostante le rassicurazioni fatte al Comitato e all'Associazione, dalla maggioranza non sono giunte risposte. La pandemia ed il conseguente lockdown ha fatto sì che questi commercianti, che hanno acquistato merce per la stagione estiva con mesi d'anticipo attraverso l'emissione di cambiali ed assegni, si siano trovati senza la possibilità di venderla ed ora ricevono le lettere delle banche che elevano protesti. Se il Governo non saprà trovare una soluzione a questa situazione, rischiamo di vedere morire migliaia di aziende e piccoli commercianti. Senza queste categorie, che rappresentano la spina dorsale del Paese, come possiamo pensare di rialzarci?". 

Redazione Nove da Firenze