​Ponte a Niccheri: dall'8 settembre l'inversione dei due sottopassaggi

Il sindaco e assessore: “Si avvia l'ultima fase dei cantieri che interferiscono con la viabilità cittadina. L'obiettivo è il ripristino della normale viabilità entro la fine dell'anno”


Ponte a Niccheri: dall'8 settembre l'inversione dei due sottopassaggi

Il sindaco e assessore: “Si avvia l'ultima fase dei cantieri che interferiscono con la viabilità cittadina. L'obiettivo è il ripristino della normale viabilità entro la fine dell'anno”.

Come previsto dal cronoprogramma concordato fra Comune di Bagno a Ripoli e Autostrade spa, dalle 7 del mattino di sabato 8 settembre 2018 scatta a Ponte a Niccheri la riapertura alla circolazione del sottopassaggio autostradale che era stato chiuso lo scorso 11 settembre per consentire il proseguimento dei lavori della terza corsia dell'A1. Contemporaneamente sarà chiuso il sottopassaggio attualmente utilizzato dagli automobilisti. Autostrade Spa e Pavimental lavoreranno durante la notte tra venerdì 7 e sabato 8 settembre per tracciare la nuova segnaletica orizzontale.

Il nuovo assetto viario, che rimarrà in vigore dal prossimo 8 settembre fino a fine dicembre, sarà il seguente:

  • gli automobilisti provenienti da Grassina o Antella passeranno attraverso il varco alla loro sinistra;
  • per raggiungere il centro di Ponte a Ema o via di Ritortoli e quindi il capoluogo, bisognerà immettersi sulla destra nella bretella di via Aldo Moro;
  • i veicoli in transito da Firenze verso Grassina o Antella continueranno a diritto attraverso il sottopassaggio appena riaperto;
  • quanti escono dal centro di Ponte a Ema per immettersi su via Chiantigiana nuova (variantina), se diretti a Grassina o Antella, useranno la bretella di via Aldo Moro e passeranno attraverso il sottopasso appena riaperto;
  • per chi proviene da Firenze e voglia entrare in Ponte a Ema, resterà l'obbligo di percorrere la rotonda di Ponte a Niccheri e tornare indietro.

L'intersezione tra via Chiantigiana nuova e la bretella di via Aldo Moro sarà regolata da un impianto semaforico, con l'ausilio di movieri dalle 7 alle 10 e dalle 17 alle 19 nella fase iniziale di conoscenza dei nuovi percorsi.

“L'inversione dei sottopassaggi sulla Chiantigiana nuova è il segnale che gli interventi sulla circolazione nella zona di Ponte a Ema e Ponte a Niccheri procedono con regolarità nelle zone di maggiore impatto con la viabilità comunale – dicono il sindaco Francesco Casini e l'assessore alle grandi opere Paolo Frezzi -. Vengono infatti rispettati i tempi previsti ed annunciati nei vari incontri. Questi lavori saranno effettuati in maniera da limitare il più possibile i disagi per automobilisti e cittadini. Accolte le richieste avanzate nell'assemblea del maggio scorso: i mezzi pubblici continueranno a passare da Ponte a Ema; svolta libera a destra per chi viene da Grassina e Antella e va verso Ponte a Ema; anche gli abitanti delle zone interne di via Longo trarranno giovamento dal nuovo assetto, poiché il semaforo sarà spostato di 100 metri più avanti, verso via Chiantigiana nuova; infine, ci sarà il marciapiede continuo senza interruzioni da Ponte a Ema fino alla fermata dell'autobus di Ponte a Niccheri, sul lato destro per chi viene da Grassina o Antella”.

Informazioni: Call Center Linea Comune, lun-sab ore 8-20, tel. 055055.

Redazione Nove da Firenze