Motorizzazione al collasso: prendere la patente è un'Odissea

Toccafondi, Grazzini e Sbolgi lanciano l'allarme e snocciolano i numeri di Firenze e Prato. Le scuole guida hanno richiesto 2600 esami ma ne sono stati assegnati meno di 1300. E molti dovranno rifare il foglio rosa che ha un costo di 140 euro


Firenze, 3 agosto 2019 - “Senza personale e con una mole enorme di pratiche da sbrigare la Motorizzazione civile di Firenze è oramai prossima al definitivo collasso, eppure il Ministero dei Trasporti non trova soluzioni strutturali ma solo toppe che non riusciranno a evitare seri danni a migliaia di cittadini fiorentini”. Così il deputato Gabriele Toccafondi, il rappresentante di Avanti Firenze Francesco Grazzini e il consigliere comunale di Prato Giacomo Sbolgi lanciano l'allarme patenti.

“Abbiamo ascoltato rappresentati sindacali delle autoscuole e a luglio le autoscuole fiorentine avevano 7.646 fogli rosa attivi di persone pronte ad effettuare la prova pratica di guida e che avevano quindi già passato l'esame teorico – mette in fila i numeri Francesco Grazzini - . Le scuole guida hanno richiesto 2600 esami di guida, individuandoli come pronti e soprattutto persone a cui stava scadendo il foglio rosa, ma alla luce delle carenze di organico gli esami assegnati sono stati solo 1.297”.

"Una situazione che si complica anche per i cittadini pratesi e per le autoscuole della zona - aggiunge Giacomo Sbolgi consigliere comunale della Lista Biffoni - si calcola che circa il 60% delle richieste di esame pratico viene soddisfatto e un grosso calo è arrivato nei periodi in cui non sono stati inviati esaminatori da altre regioni".

“Per capire la situazione di collasso della sede della motorizzazione – aggiunge Toccafondi - occorre comprendere bene questi numeri. Ha dato l'esame il 17% degli aventi diritto e il 55% dei richiedenti. Circa il 30% di queste persone dovranno rifare il foglio rosa perché nei sei mesi di validità non hanno avuto la possibilità di svolgere la prova di guida perchè gli esaminatori inviati dalla motorizzazione sono pochi”.

“Ma anche per coloro che decidono di fare l'esame direttamente alla motorizzazione la situazione è pressoché uguale – precisa Grazzini - e l'esame pratico viene ormai fissato sempre più vicino al sesto mese. Ma veder scaduto il foglio rosa e doverlo rifare ha un costo di 140 euro circa tra certificati medici, circa 80 euro, bollettino al Ministero dei trasporti, circa 27 euro e marche da bollo statali per circa 33 euro. Tutti costi aggiuntivi a carico di cittadini che non hanno alcuna colpa se non quella di non poter disporre di un servizio efficiente da parte della motorizzazione”.

“Per non parlare di chi deve fare altre pratiche direttamente alla motorizzazione- aggiungono Toccafondi Sbolgi e Grazzini -. Dai racconti raccolti non è raro il caso di persone che hanno preso ferie al lavoro e non sono riusciti ad effettuare la pratica dovendo ritornare, per non parlare della quasi impossibilità a mettersi in contatto attraverso il centralino e degli orari degli sportelli ridotti. Tutte questioni raccolte in questi giorni dopo che abbiamo denunciato pubblicamente la situazione della motorizzazione di Firenze-Prato”.

Redazione Nove da Firenze